Home > Recensioni > Marco Corrao: Storto
  • Marco Corrao: Storto

    Mrm Records / none

    Data di uscita: 18-03-2016

    Loudvision:
    Lettori:

“Storto” è il titolo del primo album di inediti del cantautore siciliano Marco Corrao. Pubblicato lo scorso 18 marzo, per la Mrm Records, questo disco racchiude in sé la storia personale dell’autore raccontandone, in modo romantico e sensoriale, i pensieri, i colori e gli odori della sua terra.

Otto liriche, nelle quali scorre il background di Marco Corrao che attinge in maniera diretta dalla musica americana, dal blues e dalla canzone popolare siciliana. Apre l’album, “Marta”, brano poetico, dalle atmosfere sognanti, si va avanti con “Blue Bistrot”, irriverente traccia a suon di chitarre e percussioni e l’ironica “Scimmio”. Nel brano “Le Tue Bellissime Rughe”, troviamo un elegante metafora della vita: tutto scorre inesorabilmente ma in una ruga, evidente segno del passare del tempo, possiamo ritrovare la traccia per il cammino dei nostri figli. Veniamo introdotti a tempo di mani e a suon di chitarre nell’atmosfera leggera e allegra della “Domenica Del Villaggio”, quando il pranzo domenicale era una sorta di rito irrinunciabile per ogni famiglia.

Piove fuoco e lamiere e fuori ancora si muore…queste le parole che ritroviamo nella commovente “Domiano”, composizione dalle atmosfere più cupe e dimesse. L’ironica “Zuccavuota”, descrive le abitudini di un singolare tipo che ama trascorrere il tempo a imbellettarsi senza considerare che a nulla serve l’impegno se poi di fatto la testa è vuota!

Posta in chiusura dell’album una personale rivisitazione del brano di Fabrizio De Andrè, “’A Pittima”, canzone che descrive le sorti di un uomo costretto da una natura tutt’altro che benevola a scegliersi, per sopravvivere, un mestiere sicuramente impopolare.

Il blues sposa dunque, la tradizione popolare siciliana e il connubio si rivela assolutamente vincente.

 

La tracklist di “Storto”:

 

Marta

Blue Bistrot

Scimmio

Le Tue Bellissime Rughe (Live Studio)

Domenica Del Villaggio

Domiano

ZuccaVuota (Live Studio)

‘A Pittima (Fabrizio De Andrè)

Pro

Contro

Scroll To Top