Home > Recensioni > Marco Lucio: Solo Noi
  • Marco Lucio: Solo Noi

    Marco Lucio

    Loudvision:
    Lettori:

Ragazzo

Vicenza, 2010. Marco Lucio potrebbe essere un comunissimo vicino di casa rockettaro con una passione per la chitarra elettrica suonata a orecchio senza troppa impostazione classica.

La sua formazione musicale non si fatica a capirla e la sua musica deriva da una voglia enorme di tirar fuori lo spirito di ribellione e spiritualità del primo Vasco Rossi e i Litfiba di mezzo.

Tanto di cappello per la volontà, anche se nella maggior parte delle sue canzoni è difficile non incappare nelle semplicità di una sonorità troppo nuda e cruda per essere suonata ai giorni nostri.

Occhialoni da sole, giubbotto da motociclista, pizzetto e camicia sbottonata, ecco l’autore e compositore di “Solo Noi”.

“Cercare qualche cosa che poi, non sappiamo neanche noi” è la frase emblema del Lucio-pensiero, che scarica tutta la sua rabbia contro il business e spera nel sociale dove un sorriso e uno sguardo possono essere ancora sinceri.

Pro

Contro

Scroll To Top