Home > Zoom > Marco Rò: A Un Passo Da Qui, il nuovo disco brano per brano

Marco Rò: A Un Passo Da Qui, il nuovo disco brano per brano

 Si intitola “A Un Passo Da Qui” il nuovo lavoro del cantautore romano Marco Rò. Un disco che ha collegamenti ipertestuali ovunque, come direbbe qualcuno. Il nucleo portante dell’opera è questo dialogo di vita a due con la compagna e giornalista Laura Tangherlini, che da tempo porta avanti un reportage sugli immigrati siriani dal titolo, appunto, “A Un Passo Da Qui”. Musica che coniuga una componente testuale efficace per quanto non ricercata e, anzi, assai pop nello stile. Dai suoni digitali, che si pregiano di arrangiamenti che spesso strizzano l’occhio a momenti quasi “irish”, come nella capolista “La Lista”, come anche da qualcosa di più urban dai sapori partenopei nella struggente “Immagini A Righe”, con la splendida voce di Marco Conidi, ci saremmo aspettati una maggiore tendenza al rock e invece, da perfetto cliché, si resta tra i dettami del pop classico di questa nuova scena italiana. Ci accodiamo alla critica che da più parti consacra proprio “Dune” come uno dei vertici competitivi di questo disco, peraltro forse l’unico momento – assieme al blues di “Sul Paradosso” – in cui Marco Rò abbandona la strada maestra per avventurarsi a cercare suoni più eterei, sospensioni di atmosfere e quel qualcosa che inevitabilmente ci fa pensare a una generica terra islamica. In coda troviamo anche la hit radiofonica “Mosca Mon Amour” a chiudere un disco che ha davvero tanto da dire e che forse avrebbe potuto inventarsi più forme, più suoni e più soluzioni diverse per farlo invece che cadere sempre nel solito inflazionato pop… soprattutto se parliamo di un autore come Marco Rò che ha carte assai valide per saper dire la sua.

Marco Rò, “A Un Passo Da Qui” brano per brano

La Lista

A un passo dai nostri progetti, c’è la vita che succede o che facciamo succedere. Un invito a pensare a vivere, smettendo di vivere per pensare. Citando John Lennon: la vita è quello che ti accade mentre sei impegnato a fare altri programmi.

Immagini A Righe

A un passo dalla libertà, c’è chi è prigioniero delle proprie convinzioni. Spesso le “sbarre”sono quelle che mettiamo noi, del pregiudizio, dell’intolleranza. Una riflessione su tutto un mondo che esiste, non visto, quasi dimenticato. Special guest: Marco Conidi.

Tutto Quello Che Non Sai

A un passo da ciò che non conosciamo, ci sono certezze che non possiamo immaginare. Come si misura la forza di un amore sbagliato? E cosa succede se ciò che più ci fa star male è ciò che più desideriamo?

Ale

A un passo dalla notte più scura, c’è sempre l’alba di un nuovo giorno. E’ la storia di una piccola stella che non smetterà mai di brillare. Ritrovare la forza nella malattia, nonostante il destino ne abbia già scritto il finale.

Mosca Mon Amour

A un passo dalla nostra felicità, ci siamo solo noi, ovunque. Spesso il miraggio di un posto migliore dove vivere è solo una questione di prospettiva. Una ironica rassegna delle canzoni italiane più famose nel mondo, in duetto con la cantante russa Kira Franka.

A Un Passo Da Qui

“A Un Passo Da Qui” è un progetto di sensibilizzazione itinerante dedicato ai profughi siriani, nato dalla collaborazione con Laura Tangherlini (Rainews24) da due anni in giro per l’Italia. Il brano prende spunto dalla testimonianza della piccola profuga Reema, raccolta nel libro “Libano nel baratro della crisi siriana” (L. Tangherlini – M. Bressan / Ed. Poiesis).

Dune

A un passo da me, vorrei ci fossi tu. Per sempre. Una ballad dal sapore mediorientale, scritta e cantata assieme a Laura Tangherlini, che fa da colonna sonora al documentario “Matrimonio Siriano” (Infinito Ed.). Una canzone d’amore che Marco e Laura hanno portato nella loro visita ai campi profughi di Libano e Turchia al confine siriano.

Sul Paradosso

A un passo dall’equilibrio, c’è l’emozione più grande. Un blues dalle atmosfere “vintage” che racconta le contraddizioni, le altalene emotive, il dolce-amaro sapore dell’arte. Una benedizione per alcuni, una maledizione per altri. Ma per tutti un fuoco difficile da spegnere, impossibile da ignorare.

In Blu

A un passo dal mare dei ricordi, c’è il porto sicuro dei miei sogni. Un brano scritto sulla banchina del porto di Riposto, un piccolo paese siciliano. Al mare si affidano spesso i pensieri più profondi, si confidano le speranze più nascoste, riportando alla luce memorie indimenticate. E “ora che mi hai scoperto, posso solo rinnegare questo cuore a cielo aperto”.

La Scala Mobile

A un passo dalla meta, c’è un viaggio intero da assaporare lentamente.

C’era Una Volta

Versione live acustica del singolo uscito nel 2013 ed edito da Asso Diemme, realizzata negli studi di Capital FM, la prima radio moscovita in lingua inglese. Daniel Repko ospita Marco Rò accompagnato da Yuki Rufo alla chitarra, nel brano che racconta l’Italia e “la crisi” in modo ironico e scanzonato.

One Step

Versione in inglese di “A un passo da qui” registrata negli studi dell’Abbey Road Institute di Londra.

 

Scroll To Top