Home > Recensioni > Marydolls: La Calma
  • Marydolls: La Calma

    Marydolls

    Loudvision:
    Lettori:

Calma monotona

C’è da dire che di sicuro i Marydolls non sono certo novellini. “La Calma” è il loro secondo album e hanno alle spalle già una notevole esperienza live, avendo girato in lungo e in largo la penisola e condividendo il palco con numerosi pezzi grossi, arrivando anche a suonare sul palco principale dell’edizione 2008 dell’Heinekein Jammin’ Festival. Eppure il nuovo lavoro della band bresciana non convince. L’energia del loro rock arrabbiato si perde tra undici tracce monotone, che scorrono via senza colpire veramente l’ascoltatore. Suoni, ritmi, stile… tutto è uguale a sé stesso, mentre il cantante con la sua voce roca ci mette del suo nel partecipare alla generale piattezza di un album che, purtroppo, ha veramente poco da dare.

Non colpiscono, i Marydolls. “La Calma”, eccetto pochi momenti che tuttavia non riescono a risollevarne il destino, rimane in una terribile mediocrità, con più infamie che lodi. Purtroppo a volte si ha proprio l’impressione di ascoltare in loop sempre la stessa canzone. Non serve fare giri di parole, è questa la realtà di un lavoro che non va. Speriamo solo che i Marydolls riescano ad uscire da questa “sindrome del secondo disco”.

Pro

Contro

Scroll To Top