Home > Recensioni > Mauro Ermanno Giovanardi: Ho Sognato Troppo L’Altra Notte?

Un romantico a Sanremo

Se qualcuno fosse riuscito a dare un significato veramente romantico all’espressione canzone sanremese, l’ultimo festival della canzone italiana avrebbe premiato “Io Confesso”, brano che ha messo un punto alla lunga ed eccellente carriera dei La Crus.

Lo stesso pezzo è contenuto nell’ultimo lavoro in studio del fondatore del gruppo milanese, Mauro Ermanno Giovanardi. Il titolo è “Ho Sognato Troppo L’Altra Notte?”, una domanda che ben presenta i temi di un disco fatto di ballate vintage, di lampi di luce accogliente e di una voce nata per cantare l’amore.

Tra cover anni Sessanta e ospiti femminili scorre un perfetto terzo incomodo per le vostre cene a lume di candela.

Sedici anni fa usciva il primo disco dei La Crus, da allora mr. Giovanardi non ne ha sbagliata una, restando sul podio dei cantautori più eleganti del panorama italiano.

Che lo si affianchi ai nomi del rock del bel Paese o alle leggende del pop, il risultato è lo stesso. Ecco perché nulla può prescindere dal suo lavoro passato. Ecco perché la poesia di ieri incontra le note di oggi – quelle che hanno in copertina solo il suo nome – e l’abbraccio è caldo e rassicurante.

Volete sognare troppo stanotte?

Pro

Contro

Scroll To Top