Home > Recensioni > Mencea: Dark Matter Energy Noir
  • Mencea: Dark Matter Energy Noir

    Mencea

    Data di uscita: 03-11-2008

    Loudvision:
    Lettori:

Bigini per un nuovo millennio

Mixing di Daniel Bergstrand, mastering di George Marino. Stiamo parlando dell’ennesima new sensation di metal moderno, tecnico, chirurgico, thrashoso, violento, insomma la solita copia dei Meshuggah.
In questo caso si tratta dei Mencea, quintetto greco molto giovane e molto voglioso di dimostrare a tutti che la lezione è stata studiata ben bene. Dove “lezione” significa gli svedesi di cui sopra, ma significa anche Fear Factory, death metal generico, Pantera… se avete seguito anche solo un po’ la scena estrema negli ultimi anni saprete benissimo dove i greci vogliono andare a parare.

Ebbene, non è vero: i Mencea non ne hanno la minima idea. Scrivono un disco che sa più di compitino ben svolto che altro, una sorta di bigino, di quelli che ti incollavi nell’interno coscia durante la verifica di storia per ricordarti bene le date e il nome del generale che sconfisse i cartaginesi a salcazzodove.
Non stiamo dicendo che il disco sia brutto o mal suonato o mal qualsiasicosa. Semplicemente che non è questa la strada giusta per scrivere della musica interessante o innovativa o – vivaddio! – moderna.

Scroll To Top