Home > Recensioni > Millenium: The Best Of… And More

Millenium: The Best Of… And More

Un saluto dai Millenium

Benché in Italia non godano di molta considerazione, i Millenium di Ralph Santolla vantano una carriera piuttosto lunga, costellata di diverse soddisfazioni e successi. Il loro apogeo è stato lo stupendo “Hourglass”, album pubblicato nel 2000, che vedeva dietro al microfono Jorn Lande – assolutamente uno dei pi? grandi singer di oggi, tra i pochissimi che possano essere credibilmente paragonati ai grandi nomi del passato. Non soltanto per questioni timbriche. Forse proprio Lande e il “tocco” che infonde a qualsiasi cosa su cui canti, erano i segreti di “Hourglass”, fatto sta che, in ogni caso, “Hourglass” è secondo noi, non solo la miglior prova dei Millenium, ma anche uno dei migliori album degli ultimi anni in senso assoluto. E parrebbero pensarla così anche i Millenium che in questo best of includono ben sei pezzi (dei dieci originari) di “Hourglass”, che sono proprio quelli a cui è affidato il delicato compito di aprire questo platter. Vengono poi riprese canzoni dal secondo disco della band, “Angelfire”, con Todd Plant alla voce (bravo anche lui, ma miracoli non riesce a farne).
Tutto questo nel primo dei due CD di cui è composta questa raccolta.
Nell’altro dischetto troviamo quattro canzoni del debut omonimo dei Nostri (che in realtà avevano già altri due dischi alle spalle, ma sotto il monicker Eyewitness), più nove canzoni totalmente inedite: due out-take (simpatiche ma nulla più) provenienti dalle session per “Hourglass” (guarda un po’), quattro cover che avrebbero dovuto far parte di un album proprio di cover, in realtà mai completato, tra le quali spicca “I Surrender” dei Rainbow, interpretata da un magnifico Lande, e le versioni demo di “I Lost It”, “Heresy” e “Sea Of Sadness”, per le quali ritroviamo Todd Plant.
“The Best Of… And More” si rivela dunque capace di destare l’interesse sia di chi non conoscesse i Millenium e volesse sopperire alla lacuna, sia dei fan che cercassero qualche “chicca”.

Scroll To Top