Home > Recensioni > Ministri: Fidatevi
  • Ministri: Fidatevi

    Woodworm / Artist First/Believe

    Data di uscita: 09-03-2018

    Loudvision:
    Lettori:

Non ricordo onestamente quand’è stata l’ultima volta che ho avuto la naturalezza di considerare davvero “ispirato” un prodotto discografico. Dev’essere un fatto di “vibrazioni”, perché di lavori per queste mie orecchie ne sono sempre passati tanti, ma a quanto pare esiste davvero un momento esatto in cui giunge da qualche parte remota dell’universo una risposta secca e precisa ai segnali che ciascuno di noi lancia in maniera più o meno consapevole. Al di là di questa premessa rischiosamente “new age”, mi sono sentito onestamente in dovere di spendere parole  così enfatizzate per spiegare al meglio gli effetti subiti da questo nuovissimo “Fidatevi” dei Ministri, pubblicato per Woodworm lo scorso 9 marzo 2018.

L’album, che siate o meno fan del trio alternative rock composto da Davide Autelitano  (voce e basso), Federico Dragogna (chitarra e seconda voce) e Michele Esposito (batteria), è potente e convincente sotto molteplici aspetti. E’ la fotografia di una generazione, raccontata con rabbia, nostalgia e speranza, che si sviluppa attraverso una serie di canzoni che non sono altro che delle riflessioni precise su tutto ciò che ciascuno di noi può aver seminato fino a questo punto della propria vita, cosa ci ha ferito e forgiato, quando abbiamo smesso di credere in qualcosa di grande e come tornare a farlo davvero nonostante le “botte” subite o la volontà di “qualcun’altro” di spegnerci.

“Fidatevi” è un invito alla rieducazione di noi stessi, tanto umana quanto spirituale.

Pro

Contro

Scroll To Top