Home > Recensioni > Minstrel: Faust
  • Minstrel: Faust

    Minstrel

    Loudvision:
    Lettori:

Il nulla ecco ora invito ad ascoltare

Gentile, leggiadro e di classe il “Faust” dei Minstrel. L’opera di Goethe viene riletta in un disco così soffice che ai primi ascolti non si fa quasi notare, per poi insinuarsi piano piano, ammaliando senza malizia, e convincendo grazie a forti mezzi creativi e tecnici. La musica è un prog rock vellutato, a tratti minimale, venato di striature proprie del prog-metal, particolarmente nella chitarra e specialmente in qualche solismo (di buongusto). L’impostazione è quella di un’opera teatrale: cantato in prosa italiana che ricorda i sempre nostrani Fiaba, diversi interpreti si alternano a recitare la propria parte intorno al protagonista che resta ovviamente Faust. Il disco, dall’artwork pulito alla concretezza che pervade ogni nota e parola, dà un’idea di candore ed essenzialità, le uniche cose che contano sono la musica ed i testi; le piccole introduzioni tra una canzone e l’altra creano l’impalcatura per la scenografia, la musica fa da attore e palcoscenico, ed il pubblico siamo noi. Possiamo assistere a tutte le scene o passare al capitolo successivo, questo teatro interattivo mantiene sempre vivo l’interesse nello spettatore, tranne forse quando verso la fine della title track si entra in una zona leggermente dispersiva, l’occasione per alzarsi dal seggiolino e sgranchirsi le gambe magari, con un occhio su “La Neve” e pronti a tornare per godersi il gran “Finale”.
Un lavoro fresco, curato e voluto in un certo modo, a prima vista incompleto o eccessivamente stilizzato, come il nero perso nel bianco della copertina. Ma poi guardando bene è proprio quel bianco a catalizzare l’attenzione sul disegno, ed è con questa stessa alchimia che tutto il lavoro diventa interessante: una struttura incisa nel bianco e per questo esposta a 360°, ma da qualsiasi punto la si guardi ci saranno soltanto contorni netti su un’anima solida, importante quanto basta per poter essere considerata matura e riuscita sotto ogni aspetto.

Scroll To Top