Home > Recensioni > Mister Heavenly: Out Of Love

E ora qualcosa di completamente diverso?

Da quando Nick Thorburn, Ryan Kattner e Joe Plummer hanno annunciato che avrebbero registrato un album insieme sotto il nome di Mister Heavenly, l’attesa per il primo lavoro della neonata formazione è stata rafforzata dalla notizia che il bassista del gruppo sarebbe stato Micheal Cera, noto attore conosciuto ai più per la parte di Paulie in “Juno”. Tre signori della musica insieme a un neofita per sfidare i confini del doo-wop e aggiungere un quid di novità, una “M” simbolica che sta per destino, condanna, sperimentazione, energia, blues riveduto e scorretto al rock.

“Out of Love”, che è stato celebrato come un lavoro pionieristico, migliora ad ogni ascolto; titoli come “Charlyne” e “Wise Man”, che sembrano appartenere una vecchia compilation blues, si svelano poi a livello sonoro con una gradevole freschezza. Divertente e ben suonato: non ci sarebbe nulla da eccepire se non per il fatto che all’ascolto non sembrerà di essercisi imbattuti in qualcosa di completamente nuovo. Vedi TV On The Radio e gli stessi Modest Mouse.

Pro

Contro

Scroll To Top