Home > Recensioni > Molly Hatchet: Justice

Un’altra potente accettata

La consueta copertina eroico-kitsch-manowariana ci introduce ad un nuovo cd della storica southern rock band. Schiacci push e “Been To Heaven Been To Hell” ti spara direttamente ai ruggenti anni di “Whiskey Man” o dei Lynyrd dei tempi che furono.

Suoni caldi e potenti come da sempre i Molly ci hanno abituato, cavalcando tra southern puro ed hard rock. La maledizione del southern di certo non ha risparmiato neanche loro, ma cambiata la squadra la formula non cambia e l’ormai longevo Phil McCormack non fa rimpiangere lo storico Danny Joe Brown alla voce.

“American Pride” e “I’m Gonna Live ‘Til I Die” tra le perle di un lavoro che va oltre il mestiere ed il mantenimento, ma mostra grinta e passione.

Bello, bello, bello. Una band che ha sempre cercato di evolvere il southern rock con robuste iniezioni di hard rock e qualche massiccia concessione tastieristica senza mai cadere nel patetico aor.
Agguerriti come non mai nonostante gli anni dei superstiti e dei nuovi assunti comunque non di primo pelo. In forma nonostante i chili acquisiti. La vecchia Molly è ancora assetata di sangue. Bentornata Molly!!
One southern!

Pro

Contro

Scroll To Top