Home > Recensioni > Mortdecai

Irriverente, folle, originale e geniale come solo Johnny Depp sa essere. Questo è il primo pensiero dopo aver visto Mortdecai, film con la regia di David Koepp tratto dai romanzi di Kyril Bonfiglioli. Il film, come i libri, ha come protagonista Charlie Mortdecai, Johnny Depp (che è anche il produttore del film), un mercante d’arte col titolo di onorevole e quantomai truffaldino. Al suo fianco una splendida moglie, Johnna, impersonata da Gwyneth Paltrow e un maggiordomo all’occorrenza guardia del corpo, Jock, col volto di Paul Bettany. Nel cast anche Ewan McGregor, nei panni del detective Alistar Martland, da sempre innamorato della moglie di Charlie Mortdecai. Quest’ultimo riceve proprio dal detective il compito di recuperare un’opera rubata del Goya, che, però contiene un codice per avere accesso a un nutrito conto in banca nazista. In cambio Martland chiuderà un occhio sulle sue attività non proprio legali e darà modo all’onorevole Charlie di ridurre i suoi deviti con la corona inglese, salvandosi dalla bancarotta. Mortdecai riuscirà nella sua missione?

Inizialmente si parlava di Sacha Baron Cohen nei panni del protagonista, per fortuna non è andata così. Il ruolo di Charlie Mortdecai sembra cucito sulla pelle di Johnny Depp, che riesce senza ripetersi a dar vita all’ennesimo personaggio imbroglione, pauroso, in cui follia e genialità sembrano sovrapporsi. Non siamo fan dello humour inglese, eppure diverse scene del film provocano qualcosa di più di un sorriso. Gwyneth Paltrow stessa sembra quasi adeguarsi alla mimica facciale di Depp, indiscusso traino di tutto il film. Se è vero che un comico è fatto dalla sua spalla, non bisogna dimenticare un riuscitissimo Paul Bettany/Jock. Non passerà probabilmente alla storia come capolavoro, ma è sicuramente un film realizzato discretamente, adatto a trascorrere due ore piacevoli per tutta la famiglia. Consigliata la versione senza doppiaggio per non perdere Depp con l’accento inglese.

Se vuoi comprare il libro è disponibile su IBS

Pro

Contro

Scroll To Top