Home > Recensioni > Motion Sickness: Domino Remix Compilation
  • Motion Sickness: Domino Remix Compilation

    Motion Sickness

    Loudvision:
    Lettori:

Domino, PLS

La Domino Records ci piace, partorisce i dischi di alcuni degli artisti maggiormente validi sulla scena della musica indipendente internazionale, ma stavolta, anziché darci dentro con un solo nome, ha voluto strafare: eccovi un doppio ciddì di- indovinate un po’- REMIX.

Non siamo contrari al rivisitare pezzi (più o meno noti che siano), tuttavia c’è modo e modo di farlo. Nel nostro caso, il modo non è che sia proprio invitantissimo.
Parliamo di un totale di venti brani, lunghi e apparentemente interminabili dal momento in cui parte la nausea, unti dalle manine di Daphni, Still Going, Mike Simonetti e via dicendo.
L’unz tunz e la patina da club sono impliciti.

Ci dispiace per gli Hot Chip, il cui pezzo d’apertura di “In Our Heads” è stato indebitamente utilizzato come titolo per questa compilation di dubbissima necessità psicofisica. Perché, parliamoci chiaro, c’era bisogno di rovinare l’operato di Wild Beasts, Sons And Daughters, Twin Sister?

Per noi la risposta è un violento NO.

Pro

Contro

Scroll To Top