Home > Recensioni > MS & Elvina Pinto: The Well
  • MS & Elvina Pinto: The Well

    Black Vagina Records / none

    Data di uscita: 05-07-2016

    Loudvision:
    Lettori:

MS è un songwriter italiano (Matteo Santarelli), mentre Elvina Pinto proviene dal Qatar. Si sono incontrati a Mostar (Bosnia) e hanno deciso di realizzare questo progetto musicale congiunto, con altri musicisti. Queste sei canzoni, cantate in varie lingue (inglese, italiano e serbo), sono molto affascinanti e evocative, e se si fa l’errore di provare a cercarne influenze palesi, ci si accorge che il genere è molto variegato.

Realizzato a Berlino, dove il duo attualmente vive, e rilasciato da Black Vagina Records, etichetta con base a Foligno, The Well è un album in acustico con un’ottima cura dei dettagli, le melodie sono sfuggenti al punto giusto per valorizzare le atmosfere senza diventare schiave di esse, i due protagonisti si alternano al canto e talvolta duettano. C’è un’ottima ispirazione non solo compositiva, ma anche nel proporre diversi stili musicali rielaborandoli in chiave personale: un vellutato intimismo noir viene declinato, a seconda delle canzoni, in chiave folk, bossa o cinematica.

Come non si possono non evocare Luigi Tenco o Sergio Endrigo, quando si ascolta una perla come Non ho più voglia soprattutto per il ricorso a una scrittura in versi che è pura poesia di stampo esistenzialista così penetrante da lasciare senza fiato: “ossa vuote le mie parole, non c’è senso se non quello di lasciarmi le mani in tasca”.

The Well, traccia che dà il titolo al disco, perfetta colonna sonora per un western d’autore, è uno dei tre duetti. Infine Trasloco, elegante bossa cantata da Matteo Santarelli, nonché metafora di un’esistenza che nulla vuole e nulla chiede in cambio, sempre in bilico tra lo slancio verso il cambiamento e la noia.

Pro

Contro

Scroll To Top