Home > Recensioni > Mushroomhead: Beautiful Stories For Ugly Children
  • Mushroomhead: Beautiful Stories For Ugly Children

    Mushroomhead

    Loudvision:
    Lettori:

Storielle anonime

Ecco il nuovo CD degli Slipknot di quando non c’erano gli Slipknot. La rivalità grafico-estetica che da sempre contraddistingue il rapporto tra le band non deve interessare più di tanto.

Ciò che più preme è la musica, ed il nuovo lavoro del combo dell’Ohio non è brutto, va detto. Il ma, è dato tuttavia dal fatto che nonostante la buona proposta qualitativa, l’album rimane anonimo e simile a ciò che già è stato precedentemente pubblicato dalla band stessa.

Le influenze sono estremamente varie e c’è un buon utilizzo di aggressività, melodia, elettronica sapientemente miscelati grazie all’esperienza. Forse però manca ancora qualcosa, oppure siamo in ritardo di un decennio per gridare al miracolo.

Non male questo CD. Talmente eterogeneo da perdere personalità a volte, ma ben suonato e composto, seppur non epocale.
Peccato che fin dalla copertina nulla sappia davvero di nuovo.

Pro

Contro

Scroll To Top