Home > Rubriche > Ritratti > Mutabili e mutanti

Mutabili e mutanti

Correlati

Come si costruisce un sound ricco di antitesi e di sfumature di significato, tenute insieme dal filo rosso dell’elettronica? L’hanno scoperto i 2Pigeons, duo milanese arrivato con “Retronica” al secondo CD, incentrato sul variegato tema della metamorfosi.

Due, come gli Eurythmics, ma anche come i padri del synth-pop Pet Shop Boys, e con una voce dalle reminiscenze rock alla PJ Harvey e Björk, i 2 Pigeons travalicano l’etichetta di musica elettronica per collocarsi nell’ampio mare dello sperimentale: come chiamare altrimenti pezzi come “Hard Working Space”, “Reptile”, o “Completely lost”, dove le sfumature vocali e la polifonia di sottofondo che si rincorrono insieme ai suoni di synth proiettano l’ascoltatore in un immaginario da scale di Escher. E se “Nervous Countdown” sembra strizzare l’occhio ai Prodigy e ad alcune track allucinate dei Pearl Jam, oltre a riprodurre la plasticità di una bomba che viene creata a mano, è perfino possibile che una canzone folk albanese – “Turtulleshe” – diventi una serenata industrial.

Elettronica con i fiocchi e industrial di classe in questo duo lombardo che, fin dalla copertina, lascia presagire di schierarsi marcatamente al di fuori della commercializzazione della musica. E che le categorie come techno, house e trip-hop sono solo dei nomi, svuotati del loro contenuto grazie alla continua voglia di sperimentare e di contaminare di Chiara e Kole.

Forse un po’ troppo cerebrali nel sound, esteti dell’elettronica e del rigore maniacale, sperimentali con equilibrio. Lo stesso equilibrio che sembra a volte imbrigliare la pazzia dirompente o la fluidità sonora di altre line-up dello stesso genere. L’esperienza e l’abilità nel passare con disinvoltura dall’elettronica al free jazz, dall’industrial al dub fino a suggestioni chillout (“Teknowest”) rendono i 2Pigeons capaci di impressionare, soprattutto chi ha un minimo di esperienza in quest’ambito musicale, essendo un prodotto pur sempre di nicchia.

Ci si deiverte, insomma, a giocare con i continui contrasti di freddo/caldo, suggeriti dal titolo stesso dell’album, “Retronica” – che sembra un mix di retorica, ovvero l’arte del parlare e manipolare le parole, e quindi, per analogia, poesia, unita all’elettronica – ed enfatizzati dalla voce di Chiara.

Vi sembra una presentazione disorganica? Poco male, ci siamo fatti prendere dai 2Pigeons!

Line-up

Chiara Catello: voce.
Kole Laca: synth, kaos pad, tastiere, loop station.

Web
Myspace
Rockit

Discografia
“Retronica” (2012)
“Land” (2009)
“2Pigeons” (EP, 2008)

Scroll To Top