Home > Recensioni > Naglfar: Ex Inferis Ep

Naglfar: Ex Inferis Ep

“Aperitivo-full-length” in casa Naglfar

Questo mini dirà poco ai fan del gruppo svedese, non tanto per la qualità del prodotto in sé (un bell’8, se parlassimo in termini numerici), quanto per il fatto che contiene tre brani già editi (tutti, però, riregistrati per l’occasione), e più precisamente “Emerging From Her Weepings” dallo splendido “Vittra” (in questa sede con una intro diversa dall’originale), “When Autumn Storms Come” dall’omonimo 7″ (poi inserito anche in “Diabolical”) e “The Brimstone Gate” (altra perla, sempre da “Diabolical”). Solo due, seppur belle, le song nuove di zecca: “Of Gorgons Spawned Through Witchcraft” e “Dawn Of Eternity” (cover dei Massacre). L’intento della New Hawen/Century Media è quindi palese: aprire la strada all’imminente prossimo full-length (il cui titolo sarà quasi certamente “Sheol”) di Rydèn & Co previsto per gennaio 2003. L’idea non è malvagia perché i fan della band potranno gustare in anteprima due composizioni inedite, ma questo non distrae dalla puzza di “operazione commerciale” che il presente compact disc emana da qualunque prospettiva si cerchi di guardarlo. La qualità c’è, e poi, si sa, i Naglfar sono i Naglfar (death/black melodico di buona fattura in stile Dissection) e di talento ne hanno da vendere, ma, come si suol dire, perché non pazientare un attimo e risparmiare i soldini per accapararsi un lp nuovo fiammante? Ai posteri l’ardua sentenza.

Scroll To Top