Home > Rubriche > Eventi > Nastro Azzurro Club e Cult Lounge: Dal tramonto all’alba

Nastro Azzurro Club e Cult Lounge: Dal tramonto all’alba

Anche nell’edizione del Festival 2010 lo spazio più carismatico si conferma la terrazza gestita da Nastro Azzurro e Stella Events. Da sempre l’unica dotata di uno spazio sufficientemente ampio per ospitare eventi dal vivo, nonché consentire ai propri ospiti momenti di relax e di riservatezza.

Venerdì 3 settembre la terrazza è stata il teatro della festa noir di XL di Repubblica, artisticamente tagliata per omaggiare il Presidente della Giuria Quentin Tarantino, che ha visto esibirsi Violante Placido ed i Calibro 35. Un connubio che ha un senso specifico: rimarcare i punti di contatto tra le discipline musicali e cinematografiche.

Violante è conosciuta nel mondo musicale per i gusti spiccatamente sofisticati, sconfinanti nell’indie e nella musica d’autore. Una passione che l’ha portata a realizzare e pubblicare musica di nicchia come il suo debutto del 2006 “Don’t Be Shy”.

Sul palco della terrazza Nastro Azzurro regala una performance di classe, dimostrandosi amichevolmente aperta al dialogo verso il pubblico, leggera e gradevole. La sua voce è vellutata e velatamente languida, ottima per quelle atmosfere noir che fanno del vago e del soffuso le sensazioni predominanti.

Più sanguigni e granitici i Calibro 35, celebri per le loro rielaborazioni in chiave rock dei temi musicali di film poliziotteschi degli anni ’70; un patrimonio cinematografico italiano da cui Tarantino ha attinto lungo tutta la sua carriera, traendone alcuni spunti nelle sue opere di grande cinema di genere.

Questo legame tra Tarantino ed il cinema italiano, evidenziato dal direttore Valtorta nel suo intervento durante il cambio palco, rafforza il senso di reciprocità dei due mondi in una serata dove è la musica a tributare un omaggio a quelle sensazioni ed emozioni peculiari che passano per immagini indimenticate e temi musicali ormai consegnati alla memoria comune.

Tra tutte, l’indimenticabile score music de “Indagine Su Un Cittadino Al Di Sopra Di Ogni Sospetto”, dove la durezza del suono si stempera sulle tonalità più enigmatiche ed ironiche del main theme.

A seguire il dj set non ha deluso le aspettative, ma la promessa è che gli eventi dal vivo non finiranno qui.

Scroll To Top