Home > Recensioni > Neurosis: Sovereign
  • Neurosis: Sovereign

    Neurosis

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Verso un sole che non tramonta mai

Qualche volta la ristampa o la riedizione di un album non è solamente una trovata a scopo di lucro, a volte l’input primario è dare nuova linfa vitale a opere nate e vissute nell’ombra. È questo il caso di “Sovereign”, EP di casa Neurosis pubblicato nel 2000 e prodotto da Steve Albini.

L’EP anticipa, pur mantenendo una propria identità, le tendenze stilistiche che avranno maggior risalto nel successivo full length “A Sun That Never Sets”, alla luce di quanto fatto nel precedente “Times Of Grace”.

La furia lascia il passo gradualmente alla pura alienazione. Un ipnotico monolite dalla sostanza eterea si immerge in un magma sonoro primigenio. L’ambient, il drone e il doom la fanno da padroni.

Dopo le recenti riedizioni di album seminali come “Enemy Of The Sun” e “Souls At Zero”, la Neurot Recordings riprende la serie di ristampe con un lavoro di profonda transizione come “Sovereign”, in un nuovo formato impreziosito da un brano inedito, “Misgiven”, e da un rinnovato artwork frutto della geniale mente di Aaron Turner.

Pro

Contro

Scroll To Top