Home > Recensioni > Nicolas J. Roncea: Old Toys
  • Nicolas J. Roncea: Old Toys

    Nicolas J. Roncea

    Data di uscita: 30-03-2012

    Loudvision:
    Lettori:

Non da buttare via

Ci sono film che ci hanno insegnato a non gettare i vecchi giocattoli che hanno perso l’originaria utilità; adesso c’è anche un giovane cantautore – nucleo dei Fuh e di Io Monade Stanca – che intitola il suo secondo album “Old Toys”: balocchi a volontà.

Nicolas J. Roncea, italianissimo che però canta in tutto e per tutto in inglese, ci offre la guancia più morbida che ha, come per dire “Fatene ciò che desiderate”. Non si tratta di un invito a pizze e ceffoni, quanto piuttosto di un patto di completa fiducia che l’artista stringe con il pubblico: le sue sono canzoni che rifulgono di vita propria, sì piene di umanità e mimica quasi corporea.

La chitarra regna indomita sul continuum di palpitazioni.

La cosa ancor più bella di questo disco è la qualità delle collaborazioni che il Roncea è riuscito a registrare in studio: “You’re Breaking Your Wall” vanta la presenza di Luca Ferrari dei Verdena, Gigi Giancursi (Perturbazione) invece arriva in “A Letter”, Ru Catania (Africa Unite) saluta e, ancora, Carmelo Pipitone e Mattia Boschi (Marta Sui Tubi) incorrono in altri tre pezzi.
Conta come sono fatte, non quante sono.

Pro

Contro

Scroll To Top