Home > Recensioni > Above The Tree & Drum Ensemble Du Beat: Cave Man
  • Above The Tree & Drum Ensemble Du Beat: Cave Man

    BloodySound Fucktory / 2roads

    Data di uscita: 21-02-2014

    Loudvision:
    Lettori:

Tre uomini in una caverna decidono di abbandonarsi ai suoni della natura e di proiettare l’ascoltatore in un mondo quasi primitivo: Above The Tree, l’eroe mascherato Marco Bernacchia, incontra Drum Ensemble Du Beat, un duo percussivo composto da Edoardo Grisogani ed Enrico “Mao” Bocchini. L’uomo delle caverne inizia a prendere forma attraverso i suoni primordiali delle sei tracce dell’album, le quali vanno a creare un vero e proprio percorso esegetico del mondo animale: il tema del sogno e del vento, due temi eterei, si mescolano con ritmi tribali e voci di nativi americani che ci riportano sulla Terra. Il tutto viene espresso dall’elettronica/ambient mixata con percussioni e chitarre, un mix che avvicina musiche ancestrali anche ad un ascoltatore del mondo moderno. D’altronde, “il mondo primitivo è una forma eterna del nostro spirito”.

La musica cosiddetta “ambient” ho sempre difficoltà a capirla, e il più delle volte non mi ci avvicino neanche, ma Above The Tree & Drum Ensemble Du Beat hanno creato qualcosa che si distingue: innanzitutto i titoli sono esplicativi, quindi per esempio nel brano “People From The Cave” non solo abbiamo elettro e chitarre ma anche sax e battiti di mani che rimandano all’idea di una tribù in una caverna; in “Down-Wind Song” il suono del banjo rimanda proprio a qualcosa di dolce e fluttuante; fino al brano conclusivo, “End Of Era”, che è caratterizzato da suoni di archi che innalzano per l’appunto il tono del brano in corrispondenza con l’importanza del tema, la fine di un’Era. E’ musica raffinata e l’album è stato pensato sicuramente con accuratezza e cautela.

Pro

Contro

Scroll To Top