Home > Recensioni > Nightwish: Imaginaerum
  • Nightwish: Imaginaerum

    Nightwish

    Data di uscita: 02-12-2011

    Loudvision:
    Lettori:

Un lungo viaggio immaginario

“Imaginaerum” è il settimo album della band finladese. Uscito a distanza di quattro anni dall’ultimo “Dark Passion Play”, il nuovo lavoro discografico è parte di un progetto che prevede anche un film ad esso strettamente collegato.

“Imaginaerum” si presenta ricco e strutturato: ottimi arrangiamenti, suoni impeccabili e molto evocativi. Per coglierne la generale complessità occorre impegnarsi molto nell’ascolto: in questo senso l’album risulta un po’ pesante ed a tratti troppo pomposo. Buona la prova vocale di Anette che alleggerisce i toni ed interpreta piacevolmente i brani.
Ottimi gli spunti e l’originalità di alcuni brani come “Slow, Love, Slow”, “Scaretale” e “Torn Lose The Meirmaids”.

Un gran lavoro! Complesso, ricco e con sonorità cariche di suggestioni.
Certo, non si ascolta con facilità e verso la fine non ne puoi più dell’orchestra, ma… ne vale la pena.
Ci si lamenta che ultimamente la musica è piatta ed è tutta una scopiazzatura generale: questo album è tutto l’opposto.
Comunque la voce di Anette, umanamente imperfetta, abbassa i toni eccessivamente pomposi. Se questo album l’avesse cantato Tarja sarebbe stato pensantissimo!
Resta da vedere se l’accoppiata con il film sia una bella idea o una mera trovata commerciale.
Lo sapremo in primavera.

Pro

Contro

Scroll To Top