Home > Senza categoria > Nina Zilli in concerto a Villa Ada – Roma Incontra il Mondo 2015, report live e scaletta

Nina Zilli in concerto a Villa Ada – Roma Incontra il Mondo 2015, report live e scaletta

Soul vuol dire anima ed essendo l’anima “femmina”, questo genere musicale, non poteva che trovare in Nina Zilli, il miglior esemplare contemporaneo.

Graffiante, retrò ed elegantemente sensuale. Regina, tra la sua Smoke Orchestra, il 6 luglio, la Zilli porta a Villa Ada – Roma Incontra il Mondo 2015 i brani della sua ultima fatica “Frasi & Fumo” la cui produzione artistica è curata da Mauro Pagani.

Il concerto inizia con molto ritardo. La fila al botteghino si estende come un serpente sin fuori l’ingresso. Smaltita la folla, alcuni minuti dopo le 22.00, la voce di Nina (Simone) che recita: “La Musica è la cosa che più ci avvicina a Dio”ci introduce al concerto. Le luci del palco rompono l’attesa e La Smoke Orchestra apre le danze tra ritmi reggae, blues e soul. Di verde vestita, appare la gatta sul palco che scotta.

Ninna Zilli è così femmina da non rimanere mai ferma e zitta. Canta, balla, attraversa il palco da ala ad ala ammiccando al pubblico. Diverte e si diverte nella sua veste squisitamente autoironica. E’ un perfetto esemplare di “animale da palcoscenico”. L’esperienza televisiva con Italia Got Talent e quella radiofonica, sembrano aver conferito alla piacentina una personalità ancora più sicura e dai contorni definiti. Versatile, spigliata e dalla parte delle donne, rivendicando l’uterina fragilità e la femminea capacità di rigenerazione.

La scaletta vanta oltre 20 brani. Canzoni simbolo del suo ultimo album, come Sola e #RLL e le hit, quali 50mila e Per Sempre.

I suoni e le influenze spaziano nel colorato influsso degli anni ’60 in giro per il mondo. Il blues e il soul con la loro impronta black in puro stile Detroit; attraversano l’impegnata spensieratezza del reggae e sono presentati in un glam tutto italiano. Nel concerto di Nina Zilli c’è un qualcosa di profondamente legato alla rivista, al cabaret , tra il burlesque parigino e la sfrontatezza di Las Vegas. Forse, “Nina”, è la “crasi” di tutto questo. L’orchestra, altrettanto autoironica e puntuale nell’esecuzione di ogni brano, ci regala un mix di suoni evocativi e mai scopiazzati; un perfetto compromesso musicale tra le note R&B e la leggerezza del pop.

Nina e la sua Orchestra sono scintillanti ed allegri tanto quanto la scenografia alle loro spalle. Le indiscutibili doti artistiche e il feeling che scorre tra i cavi e musici, permettono all’intera banda di fronteggiare con maestria gli arrangiamenti delle cover, tra gli Ac/Dc e Massimo Ranieri.

3 cambi d’abito, 2 ore di live, 1 caschetto rosa confetto ed un finale scoppiettante sui passi di Don Lurio e il suo “Testa, Spalla….”

Bravi tutti.

La scaletta del concerto di Nina Zilli a Villa Ada – Roma Incontra il Mondo 2015

Intro (Cirronembi)

Frasi&Fumo

Luna spenta

50mila

L’inferno

Fra il divano e le nuvole

Penelope

My Girl

Per le strade

Dormi, dormi

Tutto bene

Per sempre

Una breve vacanza

Lasciatemi dormire

Se bruciasse la città

 

L’amore verrà

(con intro strumentale)

Bacio d’a(d)dio

#RLL (Riprenditi le lacrime)

L’uomo che amava le donne

L’Amore è femmina

Lei dice

L’uomo che amava le donne

L’amore è femmina

 

Encore:

You Shook Me All Night Long (AC/DC cover)

Testaspalla baby, one, two, three

Scroll To Top