Home > Recensioni > Nitroville: Can’t Stop What’s Comin’
  • Nitroville: Can’t Stop What’s Comin’

    Nitroville

    Data di uscita: 01-01-2011

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Rockin’ it the old way

I Nitroville vengono da Londra ma il sapore di quest’album è decisamente americano. Undici tracce di southern rock duro e senza fronzoli, trainate dai riff elettrici e dalle melodie blues della chitarra. E mentre il tocco soul della cantante rinforza l’impressione di vedere davanti a noi una bandiera confederata, la ritmica sostiene l’insieme con precisione.

Il sound è il punto forte della band, un perfetto ritorno al classico rock n’roll a stelle e strisce, ma purtroppo non basta: l’album, pur non risultando mai spiacevole, non riesce ad emozionare. La composizione è banalotta, la chitarra mostra un’ispiegabile allergia agli assoli e la voce è fin troppo precisa, a scapito di qualsiasi pathos struggente, che pure si potrebbe benissimo permettere.

Quest’album sarebbe un perfetto sottofondo per un viaggio in macchina lungo le interminabili strade dritte che dal Texas portano alla Lousiana. Nulla di più nulla di meno. Ed è un peccato perché con l’ottimo lavoro fatto sul sound, compreso quello specifico degli strumenti, si può proprio parlare di un’occasione persa.
Ma per una band che cita gli Skynyrd fra le proprie maggiori influenze, non può essere altrimenti se non ci si avvicina per niente alle chitarre mozzafiato e alla voce struggente della storica band.

Pro

Contro

Scroll To Top