Home > Rubriche > Ritratti > No More Speech

No More Speech

Ladies and gents, ecco a voi i No More Speech. Alcuni di voi storceranno il naso, altri invece si domanderanno più semplicemente chi siano. Che siate tra gli uni o tra gli altri, non perdetevi l’occasione di conoscerli. Perché c’è sempre qualcosa che da scoprire.

Quando dici No More Speech la prima cosa che ti viene in mente è Guano Apes. Un po’ per il fatto che entrambe le band sono fronteggiate da una voce femminile graffiante -metti Sandra Nasic insieme a Fergie come in “Beautiful Dangerous” e ai singhiozzi di Giusy Ferreri e ti esce, più o meno, Alteria -, un po’ per affinità di genere. E anche un po’ perché lo suggerisce il nome stesso della band.

Se potete fregarvene che i No More Speech sono la band di Alteria e pensare piuttosto che i No More Speech altro non sono che un gruppo di musicisti giovani e bravi e se l’alternative/nu metal ma anche un po’ crossover è genere che fa per voi, oltre ad essere estremamente moderni, potrete certamente godete di ciò che “No More Speech” ha da offrirvi. Cioè una gran quantità di riff granitici e taglienti, uniti a una gran quantità di grinta, di ritmo e tiro. I ragazzi vanno a tempo.

E se anche questa prima fatica di studio potrebbe sembrare un po’ pesante da digerire tutta intera e in un sol boccone, l’abilità dei nostri non mancherà di scuotervi la testa almeno un paio di volte. E chissà, poi, che date le credenziali non siano proprio i No More Speech a riuscire nell’impresa quasi impossibile di sdoganare in Italia un genere che fatica ad essere accettato dai maggiori.

Line Up
Alteria: voce.
Tony Cordaro: chitarra.
Nando De Luca: basso.
Roby Fabiani: batteria.

Scroll To Top