Home > Recensioni > NonostanteClizia: Bang!

Nonostantetutto

Acqui Terme non è esattamente nota per essere il fulcro di una grande attività artistica, soprattutto musicale. Eppure, i NonostanteClizia vengono proprio da questa cittadina provinciale: giovani, intraprendenti e con uno spiccato gusto per l’insofferenza nei confronti di ciò che li circonda.

Così “Bang!” non poteva che essere un EP cinico e a suo modo aggressivo, che dipinge un mondo di vissuto quotidiano dal sapore amarognolo, mai appagante. A far da struttura armonica a tale tematica è un indie pop/rock danzereccio, del tipo british dei primi anni Duemila (citiamo Boy Kill Boy, The Cinematics e White Rose Movement per farci intendere), ma misto a un po’ di sana new wave dei tempi che furono.
Chitarre e sintetizzatore fanno da principi insieme alla voce maschile.

“I Ragazzi Dell’Alaska” è un buon pezzo per far partire la tetralogia: veloce, intenso e giocoso, dal testo sprezzante- come del resto sono quasi tutte le liriche del lavoro. “Julian”, che chiude il disco, fa pensare senza ombre di dubbio all’Inghilterra e ai suoi ritmi indipendenti tanto amati dai teenager e dai primi ventenni.
Insomma, un EP che non sa di nuovo e fresco, ma che tutto sommato scorre piacevole.

Pro

Contro

Scroll To Top