Home > Rubriche > Eventi > Notti cinema a Piazza Vittorio: Uno per tutti, tutti per uno

Notti cinema a Piazza Vittorio: Uno per tutti, tutti per uno

Anche per quest’anno si rinnova il tanto atteso appuntamento con “Notti di Cinema a Piazza Vittorio” giunto ormai alla XIII edizione che ogni sera, a partire dal 22 giugno al 6 settembre, allieterrà le calde serate romane nel cuore della capitale con un ventaglio di singolari proposte.

Il Festival è stato realizzato dall’Anec Lazio con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma e la significativa e pronta collaborazione di Atac, meritevole di aver potuto garantire una migliore riuscita dell’opera.
“Come consueta tradizione che di anno in anno si rinnova verrà presa in rassegna, proponendola su schermo, l’appena conclusa stagione cinematografica e non solo”, cosí ha aperto la conferenza stampa il Presidente dell’Anec Lazio Leandro Pesci, “tante sono le chicche, quanto mai succulente, di questa nuova edizione: anzitutto continua il rapporto con il Festival di Pesaro di cui propaganderemo i migliori successi cinematografici oltre che con il Festival di Locarno i cui film verranno poi proiettati a piazza Vittorio”.
Interviene il Direttore Artistico della Mostra internazionale del Nuovo Cinema/ Pesaro Film Fest Giovanni Spagnoletti, precisando che: “È la sesta volta che collaboriamo con il progetto “Notti di Cinema a Piazza Vittorio”. È ormai consuetudine poter riproporre almeno in parte una finestra su Roma: quattro giorni per otto proiezioni per uno spaccato del cinema proposto a Pesaro: tre opere del cinema israeliano contemporaneo, il film che vincerà il concorso Pesaro Nuovo Cinema ed inoltre quest’anno abbiamo anche l’onore di ospitare nella sezione “Band à Part” una prima assoluta: “La Fisica Dell’Acqua” di Felice Farina con Paola Cortellesi, Claudio Amendola e Stefano Dionisi.”

Seguita poi Pesci aggiungendo che “La grande novità sarà il connubio innovativo cinema/musica, suggellato dall’overture musicale della Giovane Orchestra dell’Opera che aprirà il sipario su piazza Vittorio nella serata inaugurale di lunedí 22 giugno. In ultima battuta, ma non per minore importanza, sarà l’energica collaborazione con Atac, agenzia della mobilità romana, che accompagnerà i visitatori in loco. “Atac conferma in modo tangibile la sua spiccata sensibilità agli eventi culturali della capitale attraverso allettanti iniziative” afferma orgoglioso Massimo Tabacchiera Presidente dell’Atac. “Per i possessori di abbonamenti annuali, mensili o Bit sarà riconosciuta una riduzione di 1 euro sul biglietto d’ingresso. Inoltre è per Atac motivo di grande prestigio poter dire alla città ‘Atac ti porta al cinema’ e tale partecipazione attiva all’organizzazone dell’evento sarà riconosciuta attraverso la denominazione come “Sala Atac” dell’arena grande di Piazza Vittorio. Atac e Anec in virtù di una stretta coadiuvante e collaborativa alleanza nonché di attivo supporto per i cittadini hanno predisposto a partire da metà luglio l’integrazione di biglietti per fruire degli spettacoli cinematografici a bordo delle card del trasporto pubblico: tale iniziativa prevede di poter acquistare card speciali con cui poter accedere alle sale della storica arena di piazza Vittorio ma anche di usufriure del trasporto pubblico”.

Ad introdurre la novità musicale del Festival è il sovrintendente ad interim del teatro dell’Opera di Roma Catello De Martino: “Abbiamo voluto dare impulso ad una nuova Politica di Sviluppo Giovanile con l’intento di favorire ed affermare questa compagine di giovani artisti trepidanti e vogliosi di affrontare una nuova sfida e al contempo grande opportunità con apprezzabile spirito di sacrificio e dedizione. Saranno le note musicali di Bizet, Mascagni, Verdi ad aprire la serata inaugurale del festival in una cornice musicale estremamente suggetiva e coinvolgente” .
“I ragazzi della giovane orchestra” – aggiunge la Dott.ssa Nigro: “si sono avvicinati al progetto in punta di piedi per poi innamorarsene e far proprio il linguaggio musicale. L’intento è quello di portare tra i giovani la lirica e farla così apprezzare e assimilare maggiormente dal pubblico”.

A chiudere la conferenza è l’Assessore Pascoli asserendo che “il Festival rappresenta il risultato di un proficuo dialogo tra le istituzione ed è un chiaro segno di come queste parlino tra loro e raggiungano degli accordi per offrire al cittadino un migliore e piacevole servizio di cui poter usufruire. È la collaborazione tra le Istituzioni ed il trasporto pubblico al servizio dei cittadini. Quello che viene fuori è una commistione di linguaggi che pur operando in settori differenti si intendono e favoriscono la comunicazione, confrontandosi su due fronti: il cinema e l’opera, il cinema ed il trasporto pubblico”.

Un appuntamento dunque, ricco di iniziative e nuovi impulsi culturali e sociali in cui si evince, come di rado accade, un affiatamento tra le Istituzioni e i diversi rami della rete pubblica dove i cittadini divengono i protagonisti, si incontrano e si arricchiscono.

Scroll To Top