Home > Zoom > Nularse: Sospesi, il nuovo disco brano per brano

Nularse: Sospesi, il nuovo disco brano per brano

Mai titolo potrebbe rendere maggiore idea della dimensione visiva ed emozionale di questo suono e di queste nuove scritture del chitarriste e producer digitale Alessandro Donin che in arte conosciamo con il moniker Nularse. Questo nuovo disco ha come titolo “Sospesi”, parola che a pieno rende giustizia sia al messaggio che alla produzione: un impatto sociale, degli uomini e della vita che scorre attorno quasi come in una nuvola di vapore indefinito, questo continuo restare in un limbo di equilibrio precario ma conveniente e di sicuro poco edificante… e poi una solitudine da riprendersi o quell’indecisione se mettersi in viaggio verso un orizzonte, nell’abbandonare le proprie certezza che ci fanno stare “Al Sicuro”, il futuro delle cose che non conosciamo, quello che tanto ci fa paura. E poi il suono, digitale e sospeso anch’esso, che si mantiene in belle melodie pulite e senza trasgressioni in una canzone italiana d’autore che cerca nel pop una faccia comune. Un disco morbido che plana, arrangiamenti che inevitabilmente ricercano i sapori degli anni ’80 e ’90 anche se in molte occasioni pare tornare ancora più indietro. C’è la featuring speciale di Saturnino nel brano “È Tutto Qui” ed un bellissimo video di lancio per il singolo “Non Cambierà”. Davvero un ascolto intelligente ed interessante.

Nularse, “Sospesi” brano per brano

Incantato


Un brano dalle tonalità caravaggesche dove la luce vaga nell’oscurità e lotta per non esserne soffocata. Di fronte all’amore che fa soffrire si rimane bloccati come in un incantesimo; questo brano è una preghiera per resistere alle tenebre che ci circondano.

Non Cambierà


A volte sei disposto a costruirti attorno un mondo finto pur di piacere agli altri o perfino a te stesso. Ti sforzi di stare con la testa in giù pur di sorridere ma alla fine niente cambia, il mondo rimane sempre quello che è. Prima o poi gli occhi sapranno curare il cuore.

Ruggine


Un inno alla fuga da ciò che ci tiene fermi nell’inverno e nell’incertezza. Cosa vuoi che sia…quando niente può andare peggio, è meglio lasciarsi tutto alle spalle.

Tregua


Mi isolo da tutto, nuotando verso il centro del mare, cercando quiete lontano da tutto e da tutti, guardo verso il sole e penso a me stesso, a cosa è stato e a cosa sarà di me, alle occasioni che ho perduto ma che non avevo chiesto. Una tregua forse più da me stesso che dal mondo, mentre sto sospeso galleggiando al centro del mare.

Cover NularseAl Sicuro


L’unico modo per vivere un momento perfetto è quello di posticiparlo il più possibile, mettendo in orbita il futuro, immaginarlo, rimandare le cose del mondo mentre si sta distesi sul proprio letto a guardare il soffitto.

Soltanto Nuvole


A volte ci si sente vaghi, sospesi nel vuoto, leggeri come nuvole.

Stiamo Cadendo


Una caduta ineluttabile vuole essere espressa in una melodia delicata e spensierata come se, nonostante si sia legati al proprio inesorabile destino, si volesse gustare gli ultimi attimi passati assieme.

È Tutto Qui (feat. Saturnino)


È il desiderio di trovare pace nel presente assieme a un’altra persona con la quale condividerlo, senza pensare a nient’altro. È un brano gioioso e speranzoso che parla di quei rari momenti in cui basta quello che si ha. Saturnino Celani, col suo tocco inconfondibile, rende il brano magico.

1999/Sospesi


Il 1999, anno dell’infanzia, della nostalgia. Un flauto dolce suona un tema sul quale si sviluppa l’arrangiamento strumentale. E’ il brano che conclude l’album: un ritorno al passato che però si perde in riverberi sempre più liquidi, confusi in un’atmosfera onirica, come se dal dormiveglia si cadesse in un sogno magico e lontano.

 

Scroll To Top