Home > Recensioni > Nunun: Impromptu
  • Nunun: Impromptu

    Nunun

    Loudvision:
    Lettori:

Impressione

“Impromptu” sono trenta minuti di improvvisazione musicale in cui Cesare (chitarra, synth) e Massimo Discepoli (batteria, elettronica) si cimentano in una elettro-avanguardia di impronta jazzistica. I trenta minuti sono poi stati divisi in cinque brani intitolati parti.
Non è un EP che si lascia ascoltare con troppa facilità, ma già dal titolo dello stesso si intuisce che le influenze musicali dei due italiani sono eclettiche e decisamente corpose.

Fa davvero impressione questo EP, che vuole essere una presentazione o un assaggio dell’album vero e proprio che uscirà a breve. Un’impressione negativa e positiva allo stesso tempo; se da una parte, infatti, è interessante la ricerca musicale dei Nunun, dall’altra l’ascolto non lascia estasiati. Anzi, ogni tanto qualche sbadiglio ce lo si concede volentieri.

Pro

Contro

Scroll To Top