Home > Recensioni > Ocean Drive: Why Everybody Sucks?
  • Ocean Drive: Why Everybody Sucks?

    Ocean Drive

    Data di uscita: 11-09-2009

    Loudvision:
    Lettori:

Frammenti industrial

Realizzato presso lo Studio 73 di Ravenna sotto la produzione esecutiva di Riccardo Pasini, “Why Everybody Sucks?”, album d’esordio degli Ocean Drive, esce nell’autunno 2009 per Bagana Records, etichetta lombarda da sempre attenta al mondo dell’indie e del cantautorato.

Gli Ocean Drive nascono dalle ceneri degli H-Strychnine, band storica del post-hardcore italiano, dando vita ad un nuovo progetto che alle sonorità grezze provenienti dall’industrial unisce le influenze del grunge, dell’elettronica e dello stoner.

“Why Everybody Sucks?” si compone di undici tracce che fondono melodia ed aggressività, giungendo a proporre quello che si può definire un sound mediamente industrial, spigoloso e ricco di interessanti guizzi sperimentali. Si rintracciano anche diverse influenze: la ruvida “Champagne & Codeine” è di stampo nineinchnail-iano, la veloce e concitata “Gash” ricorda I Pixies, “—” riporta agli originari Smashing Pumpkins e con “Logical Drive” ci si avvicina alle sonorità emo-rock di gruppi quali i 30 Seconds To Mars.

Sorpresa finale: una cover dei Roxette, “The Look”, ben riuscita e piacevole all’ascolto, ma di cui forse si poteva fare a meno.

Esordio discretamente interessante anche se forse, essendo agli inizi, gli Ocean Drive devono ancora prendere le misure e capire che strada percorrere. Le potenzialità ci sono, tecnicamente la band è valida, la parte vocale ci sembra però ancora un po’ acerba e non sufficientemente incisiva. L’inizio, comunque, non è male.

Pro

Contro

Scroll To Top