Home > Recensioni > Orange: Rock Your Moccasins
  • Orange: Rock Your Moccasins

    Orange

    Loudvision:
    Lettori:

Gradevole disco rock’n’roll

Gli Orange del celebre “Nongio” Francesco Mandelli sono giunti al secondo disco, dimostrando di avere tutte le qualità per non essere una meteora. Nati come cover band degli Oasis, hanno presto intrapreso una starda diversa, incidendo pezzi propri molto garage-rock basati sullo scarno sound chitarra-batteria che ha reso celebri i White Stripes.

Insieme a Chicco Buttafuoco, il buon Francesco ha dato alle stampe questo “Rock Your Mocassins” che non è altro che un disco essenziale, diretto, semplice e divertente. Rock’n’roll senza prendersi troppo sul serio per una band che si definisce “essenzialmente una live band“.
Prova superata.

La struttura dei dieci brani in scaletta è molto simile, nessun particolare colpo di genio, nessuna sperimentazione. Garage rock allo stato puro per un duo batteria-chitarra che si rifà molto ai White Stripes e ai Black Keys. Qui, però, ci sono pezzi più tirati, più veloci e sbarazzini e meno riflessivi (“I Don’t Like You Anymore” è un singolo pazzesco degno dei migliori Strokes, band di riferimento del loro primo lavoro). La forza dei brani è essenzialmente live. Basta fare un giro per YouTube (o ancora meglio, in qualche live club) per rendersene conto.
Un disco gradevole, e di questi tempi può bastare.

Pro

Contro

Scroll To Top