Home > Rubriche > Eventi > Oscar 2018 — Guida agli Oscar e i nostri vincitori

Oscar 2018 — Guida agli Oscar e i nostri vincitori

Con la Notte degli Oscar è tradizione concludere un’altra annata di grande cinema americano e non solo. Come redazione di Loudvision ci siamo già espressi sui nostri film preferiti del 2017, ma non ci esimiamo dall’assecondare anche la selezione dell’Academy, per cui abbiamo provato a esprimere i nostri favoriti anche fra le ventiquattro categorie delle nomination agli Oscar 2018.

La magica notte di celebrazioni a Hollywood comincerà questa notte alle 0:30 con il Red Carpet e alle 2:00 con la cerimonia al Dolby Theatre di Los Angeles. In Italia la trasmissione sarà visibile sul canale satellitare 304 (appositamente rinominat Sky Cinema Oscar) e in chiaro su TV8, il canale del digitale terrestre di proprietà di Sky Italia.

Qui su Loudvision trovi le notizie che hanno scandito la trascorsa stagione dei premi, dalla proposta italiana alle preselezioni per l’animazione e le altre categorie tecniche, fino all’annuncio delle nomination complete e alla guida alle categorie dei cortometraggi.

Loudballot 2018 FRONT

La copertina del #LOUDBALLOT 2018, scaricalo da bit.ly/loudballot18

Noi di Loudvision seguiremo la Notte degli Oscar in diretta sui nostri canali social (Twitter, Instagram, Facebook) con commenti e notizie dell’ultimo minuto. Potete giocare anche voi a selezionare i vostri preferiti o a scommettere su qualche pronostico con l’ausilio del nostro pratico Loudballot da stampare e condividere con gli hashtag #loudballot, #oscar2018 e #oscar90.

Buona domenica e buona Notte!

I NOSTRI VINCITORI

VALENTINA ALFONSI

Fotogramma da "Chiamami col tuo nome"

Fotogramma da “Chiamami col tuo nome”

Miglior film dell’anno: “Chiamami col tuo nome”, di Luca Guadagnino
Miglior regia: Paul Thomas Anderson per “Il filo nascosto

Miglior attore protagonista: Gary Oldman in “L’ora più buia
Miglior attore non protagonista: Sam Rockwell in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Miglior attrice protagonista: Frances McDormand in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior attrice non protagonista: Lesley Manville in “Il filo nascosto”

Miglior sceneggiatura originale: Martin Mcdonagh per “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior sceneggiatura non originale: James Ivory per “Chiamami col tuo nome”

Miglior fotografia: Roger A. Deakins per “Blade Runner 2049
Miglior montaggio: Lee Smith per “Dunkirk
Miglior scenografia: Dennis Gassner e Alessandra Querzola per “Blade Runner 2049”
Migliori costumi: Mark Bridges per “Il filo nascosto”
Migliori trucco e acconciature: Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick per “L’ora più buia”

Miglior montaggio del suono: Richard King e Alex Gibson per “Dunkirk”
Miglior missaggio del suono: Mark Weingarten, Gregg Landaker e Gary A. Rizzo per “Dunkirk”

Miglior colonna sonora originale: Carter Burwell per “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior canzone originale: “Remember Me”, da “Coco”, di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez

Miglior film d’animazione: “The Breadwinner”, di Nora Twomey e Anthony Leo

Milior film in lingua straniera: “Una donna fantastica“, di Sebastián Lelio (CILE)

ANGELO D’ELIA

Fotogramma da "Scappa - Get Out"

Fotogramma da “Scappa – Get Out”

Miglior film dell’anno: “Scappa – Get Out”, di Jordan Peele
Miglior regia: Jordan Peele per “Scappa – Get Out”

Miglior attore protagonista: Timothée Chalamet in “Chiamami col tuo nome”
Miglior attore non protagonista: Sam Rockwell in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior attrice protagonista: Sally Hawkins in “La forma dell’acqua
Miglior attrice non protagonista: Allison Janney in “Tonya

Miglior sceneggiatura originale: Jordan Peele per “Scappa – Get Out”
Miglior sceneggiatura non originale: Scott Neustadter & Michael H. Weber per “The Disaster Artist

Miglior fotografia: Dan Laustsen per “La forma dell’acqua”
Miglior montaggio: Paul Machliss e Jonathan Amos per “Baby Driver
Miglior scenografia: Dennis Gassner e Alessandra Querzola per “Blade Runner 2049”
Migliori costumi: Mark Bridges per “Il filo nascosto”
Migliori trucco e acconciature: Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick per “L’ora più buia”

Miglior montaggio del suono: Julian Slater per “Baby Driver”
Miglior missaggio del suono: Julian Slater, Tim Cavagin e Mary H. Ellis per “Baby Driver”
Migliori effetti speciali: Christopher Townsend, Guy Williams, Jonathan Fawkner e Dan Sudick per “Guardiani della Galassia Vol. 2

Miglior colonna sonora originale: Carter Burwell per “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior canzone originale: “Mystery of Love”, da “Chiamami col tuo nome”, di Sufjan Stevens

Miglior film d’animazione: “Coco”, di Lee Unkrich e Darla K. Anderson

SAMANTA DE SANTIS

call-me-by-your-name

Miglior film dell’anno: “Chiamami col tuo nome”, di Luca Guadagnino
Miglior regia: Guillermo del Toro per “La forma dell’acqua”

Miglior attore protagonista: Daniel Day-Lewis in “Il filo nascosto”
Miglior attore non protagonista: Sam Rockwell in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior attrice protagonista: Frances McDormand in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior attrice non protagonista: Octavia Spencer in “La forma dell’acqua”

Miglior sceneggiatura originale: Martin McDonagh per “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior sceneggiatura non originale: James Ivory per “Chiamami col tuo nome”

Miglior fotografia: Dan Laustsen per “La forma dell’acqua”
Miglior montaggio: Lee Smith per “Dunkirk”
Miglior scenografia: Dennis Gassner e Alessandra Querzola per “Blade Runner 2049”
Migliori costumi: Mark Bridges per “Il filo nascosto”
Migliori trucco e acconciature: Arjen Tuiten per “Wonder”

Miglior montaggio del suono: Richard King e Alex Gibson per “Dunkirk”
Miglior missaggio del suono: Mark Weingarten, Gregg Landaker e Gary A. Rizzo per “Dunkirk”
Migliori effetti speciali: Christopher Townsend, Guy Williams, Jonathan Fawkner e Dan Sudick per “Guardiani della Galassia Vol. 2”

Miglior colonna sonora originale: Hans Zimmer per “Dunkirk”
Miglior canzone originale: “Remember Me”, da “Coco”, di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez

Miglior film d’animazione: “Coco”, di Lee Unkrich e Darla K. Anderson
Miglior film in lingua straniera: “The Square”, di Ruben Östlund (SVEZIA

DONATO D’ELIA

Fotogramma da "Tre manifesti a Ebbing, Missouri"

Fotogramma da “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”

Miglior film dell’anno: “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri”, di Martin McDonagh
Miglior regia: Paul Thomas Anderson per “Il filo nascosto”

Miglior attore protagonista: Timothée Chalamet in “Chiamami col tuo nome”
Miglior attore non protagonista: Woody Harrelson in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior attrice protagonista: Margot Robbie in “Tonya”
Miglior attrice non protagonista: Allison Janney in “Tonya”

Miglior sceneggiatura originale: Jordan Peele per “Scappa – Get Out”
Miglior sceneggiatura non originale: James Ivory per “Chiamami col tuo nome”

Miglior fotografia: Roger Deakins per “Blade Runner 2049”
Miglior montaggio: Paul Machliss e Jonathan Amos per “Baby Driver”
Miglior scenografia: Dennis Gassner e Alessandra Querzola per “Blade Runner 2049”
Migliori costumi: Mark Bridges per “Il filo nascosto”
Migliori trucco e acconciature: Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick per “L’ora più buia”

Miglior montaggio del suono: Matthew Wood e Ren Klyce per “Star Wars: Gli ultimi Jedi
Miglior missaggio del suono: Mark Weingarten, Gregg Landaker e Gary A. Rizzo per “Dunkirk”
Migliori effetti speciali: Ben Morris, Mike Mulholland, Neal Scanlan e Chris Corbould per “Star Wars: Gli ultimi Jedi”

Miglior colonna sonora originale: Jonny Greenwood per “Il filo nascosto”
Miglior canzone originale: “Mystery of Love”, da “Chiamami col tuo nome”, di Sufjan Stevens

Miglior film d’animazione: “The Breadwinner”, di Nora Twomey e Anthony Leo
Miglior film in lingua straniera: “Loveless”, di Andrey Zvyagintsev (RUSSIA)
Miglior documentario di lungometraggio: “Visages, villages”, di Agnès Varda e JR

FRANCESCO FERRONE

Fotogramma da "Il filo nascosto"

Fotogramma da “Il filo nascosto”

Miglior film dell’anno: “Il filo nascosto”, di Paul Thomas Anderson
Miglior regia: Paul Thomas Anderson per “Il filo nascosto”

Miglior attore protagonista: Gary Oldman in “L’ora piú buia”
Miglior attore non protagonista: Sam Rockwell in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior attrice protagonista: Margot Robbie in “Tonya”
Miglior attrice non protagonista: Allison Janney in “Tonya”

Miglior sceneggiatura originale: Greta Gerwig per “Lady Bird”
Miglior sceneggiatura non originale: Scott Frank, James Mangold e Michael Green per “Logan – The Wolverine”

Miglior fotografia: Roger A. Deakins per “Blade Runner 2049”
Miglior montaggio: Paul Machliss e Jonathan Amos per “Baby Driver”
Miglior scenografia: Dennis Gassner e Alessandra Querzola per “Blade Runner 2049”
Migliori costumi: Consolata Boyle per “Vittoria e Abdul
Migliori trucco e acconciature: Arjen Tuiten per “Wonder”

Miglior montaggio del suono: Julian Slater per “Baby Driver”
Miglior missaggio del suono: Julian Slater, Tim Cavagin e Mary H. Ellis per “Baby Driver”
Migliori effetti speciali: Ben Morris, Mike Mulholland, Neal Scanlan e Chris Corbould per “Star Wars: Gli ultimi Jedi”

Miglior colonna sonora originale: Jonny Greenwood per “Il filo nascosto”
Miglior canzone originale: “Remember Me”, da “Coco”, di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez

Miglior film d’animazione: “Loving Vincent”, di Dorota Kobiela, Hugh Welchman e Ivan Mactaggart
Miglior film in lingua straniera: “Una donna fantastica”, di Sebastián Lelio (CILE)
Miglior documentario di lungometraggio: “Visages, villages”, di Agnès Varda e JR

Miglior cortometraggio documentario: “Heaven Is a Traffic Jam on the 405”, di Frank Stiefel
Miglior cortometraggio live-action: “The Silent Child”, di Chris Overton e Rachel Shenton
Miglior cortometraggio animato: “Revolting Rhymes”, di Jakob Schuh e Jan Lachauer

CRISTINA RESA

Fotogramma da "Il filo nascosto"

Fotogramma da “Il filo nascosto”

Miglior film dell’anno: “Il filo nascosto”, di Paul Thomas Anderson
Miglior regia: Paul Thomas Anderson per “Il filo nascosto”

Miglior attore protagonista: Daniel Day-Lewis in “Il filo nascosto”
Miglior attore non protagonista: Sam Rockwell in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior attrice protagonista: Frances McDormand in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior attrice non protagonista: Allison Janney in “Tonya”

Miglior sceneggiatura originale: Jordan Peele per “Scappa – Get Out”
Miglior sceneggiatura non originale: Scott Neustadter & Michael H. Weber per “The Disaster Artist”

Miglior fotografia: Roger A. Deakins per “Blade Runner 2049”
Miglior montaggio: Lee Smith per “Dunkirk”
Miglior scenografia: Dennis Gassner e Alessandra Querzola per “Blade Runner 2049”
Migliori costumi: Mark Bridges per “Il filo nascosto”
Migliori trucco e acconciature: Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick per “L’ora più buia”

Miglior montaggio del suono: Julian Slater per “Baby Driver”
Miglior missaggio del suono: Mark Weingarten, Gregg Landaker e Gary A. Rizzo per “Dunkirk”
Migliori effetti speciali: Joe Letteri, Daniel Barrett, Dan Lemmon e Joel Whist per “The War – Il pianeta delle scimmie

Miglior colonna sonora originale: Hans Zimmer per “Dunkirk”
Miglior canzone originale: “Mystery of Love”, da “Chiamami col tuo nome”, di Sufjan Stevens

Miglior film d’animazione: “The Breadwinner”, di Nora Twomey e Anthony Leo

ANGELICA VIANELLO

Fotogramma da "Chiamami col tuo nome"

Fotogramma da “Chiamami col tuo nome”

Miglior film dell’anno: “Chiamami col tuo nome”, di Luca Guadagnino
Miglior regia: Paul Thomas Anderson per “Il filo nascosto”

Miglior attore protagonista: Timothée Chalamet in “Chiamami col tuo nome”
Miglior attore non protagonista: Sam Rockwell in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior attrice protagonista: Frances McDormand in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Miglior attrice non protagonista: Lesley Manville in “Il filo nascosto”

Miglior sceneggiatura originale: Jordan Peele per “Scappa – Get Out”
Miglior sceneggiatura non originale: James Ivory per “Chiamami col tuo nome”

Miglior fotografia: Roger A. Deakins per “Blade Runner 2049”
Miglior montaggio: Lee Smith per “Dunkirk”
Miglior scenografia: Paul Denham Austerberry, Shane Vieau e Jeff Melvin per “La forma dell’acqua”
Migliori costumi: Mark Bridges per “Il filo nascosto”
Migliori trucco e acconciature: Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick per “L’ora più buia”

Miglior montaggio del suono: Julian Slater per “Baby Driver”
Miglior missaggio del suono: Julian Slater, Tim Cavagin e Mary H. Ellis per “Baby Driver”
Migliori effetti speciali: John Nelson, Gerd Nefzer, Paul Lambert e Richard R. Hoover per “Blade Runner 2049”

Miglior colonna sonora originale: Alexandre Desplat per “La forma dell’acqua”
Miglior canzone originale: “This Is Me”, da “The Greatest Showman”, di Benj Pasek e Justin Paul

Miglior film d’animazione: “Loving Vincent”, di Dorota Kobiela, Hugh Welchman e Ivan Mactaggart

Scroll To Top