Home > Recensioni > P N S : Ali-E-Nazioni
  • P N S : Ali-E-Nazioni

    P N S

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Senza più maschere riescono a sognare

Anno 2004, in quel di Massa Carrara nascono i PNS, acronimo di Programmazione Neuro Sonica, band formata da Paolo Monti (voce/chitarra), Luca Bonni (basso) ed Angelo “Il Cigno” Rondine (batteria).

Nel giugno del 2009 la band si trasferisce insieme a Livio Magni (Bluvertigo, Jetlag, Rezophonic), produttore artistico, sulle montagne della Versilia per registrare l’album d’esordio “Ali-E-Nazioni”, due dischi componibili.

È un progetto molto rock, vi si riscontrano ritmi chiari e decisi. Anche loro, come Cure e Radiohead, hanno testi che rispecchiamo in modo ironico la fragile condizione umana nelle sue contraddizioni e possibilità, tra amore e solitudine, paura e speranza, nevrosi e redenzione.
In pezzi come “I Miei Perché” ricordano molto anche Sugar Free e Mistonocivo.

Ottimo lavoro di rock eterogeneo per i PNS. Si passa da canzoni romantiche e malinconiche (“Il Mio Tempo”, “Distratti”) ad altre più divertenti (“Come Mi Vuoi Tu”, “I Miei Perché”). Nove episodi semplici ed emozionanti a partire da “Il Cielo Di Novembre”, singolo dell’album, e toccanti come “Impossibili Creature” e “Se Mi Distraggo Mi Distruggo”.

Pro

Contro

Scroll To Top