Home > Recensioni > Parkway Drive: Horizons
  • Parkway Drive: Horizons

    Parkway Drive

    Data di uscita: 06-10-2007

    Loudvision:
    Lettori:

Luce all’orizzonte!

È trend comune per le band metalcore più o meno improvvisate che hanno invaso negli ultimi anni il mercato musicale, produrre nuovi lavori adoperando ritmiche impetuose affiancate a scream ‘n clean voice [predominante sul primo] monotono e apparentemente mero strumento di ruffianaggine.
Era il 2003 quando, nel New South Wales (Australia), muovevano i primi passi sostenuti dai I Killed The Prom Queen, i ParkWay Drive che in due anni hanno elaborato il debut album “Killing With A Smile”, metalcore da manuale, lanciatissimo e che nascondeva aspetti accattivanti e interessanti che li salvavano dal miasma di cloni che in quegli anni venivano a formarsi.
Eccoli a distanza di altri due anni, con “Horizons” (prodotto da Adam Dutkiewicz dei Killswitch Engage), album che interrompe il trend, mantenendo forse un po’ troppo rigidamente la ritmica aggressiva e un buon screming, calcando le parti più coinvolgenti con un leggero growl.
Avvisabile ancora un tentativo di apportare cambiamenti per creare un segno personale, ma sono tracce ancora poco visibili, che possono però a favore, incuriosire e far tener conto di questa band.
Si tratta di 12 tracce che non lasciano scampo a ritmi fin da subito chiari e veloci, accompagnati dalla plastica voce di Winston McCall che canta quasi a nastro, facendo pensare che la sua capacità polmonare tenda all’infinito!
Notevoli sono “The Sirens Call”, “Carrion”, “Boneyard”, “Idols and Archors” che ha tutte le carte per diventare prossimo singolo:

Burn all you love.
There’s no hope for the weak.
Your heroes have died.

There is…
No Hope.

Senza tralasciare “Breaking Points” che, assieme alla precedente, dà una buona visione d’insieme sulle capacità sonore e tecniche di questa band, che nell’arco di quattro anni e con solo due album, ben giocati e azzeccati, hanno conquistato festival come il Vans Warped Tour e sono stati scelti come accompagnatori dei più grandi nomi del settore!

Scroll To Top