Home > Recensioni > Peppe Voltarelli: Duisburg Nantes Praga

Lunga vita al cantautore

Poliedrico e versatile artista, che vanta incursioni cinematografiche e teatrali, Peppe Voltarelli è uno spirito libero ed in continuo mutamento.

Dopo aver fondato il gruppo Il Parto Delle Nuvole Pesanti – con cui ha realizzato ben sette dischi – sembra proprio aver intrapreso seriamente la carriera da solista, anche se le collaborazioni con musicisti del calibro di Teresa De Sio, Roy Paci e Davide Van De Sfroos, non mancano.

“Duisburg Nantes Praga” è un bootleg live che racchiude undici canzoni che raccontano la sua terra d’origine – la Calabria – in maniera ironica, divertente, ma anche arrabbiata. Le tracce sono registrate dal vivo durante la tourneé europea del 2008, partita per l’appunto proprio dalla città tedesca teatro della strage mafiosa che scioccò il paese nel 2007.

Il bootleg contiene cinque tracce tratte dall’album “Distratto Ma Però”, tre appartenenti al repertorio dei Parto delle Nuvole Pesanti, due classici di Modugno: “Dio Come Ti Amo” e “Malarazza” e un inedito dal titolo “GIGÍ”, storia semiseria di un viaggiatore italiano sospeso tra emigrazione, esplorazione e fuga.

Sicuramente uno dei più talentuosi esponenti del cantautorato moderno. Un vero proprio cantastorie capace di smascherare con arguzia luoghi comuni e affrontare tematiche sociali, anche scomode, legate principalmente alla sua terra d’origine.
Affascina con la sua sregolata vena poetica, diverte e conquista con la sua pungente ironia e grazie alla capacità di passare agevolmente da atmosfere romantiche a tarantelle danzerecce. Complice un’interpretazione ricca di pathos e passione. Promosso a pieni voti.

Pro

Contro

Scroll To Top