Home > Rubriche > Music Industry > Per natale si rifà il look con Lala

Per natale si rifà il look con Lala

Chi ha presente Lala? Ma sì, quel sito di streaming musicale creato da Bill Nguyen, genio della Silicon Valley, su cui pagando 10 centesimi ogni brano può essere ascoltato senza limiti di ripetizioni. Bene, la Apple ci si è fatta il regalo di Natale: si è dissolta infatti quasi del tutto la cappa mistica che per settimane ha accompagnato – come sempre – le voci riguardo l’acquisto del sito da parte della Mela, corroborando così le prime indiscrezioni uscite dalla penna newyorktimesiana di Brad Stone.

Domanda: perché da Cupertino dovrebbero sborsare una cifra stimata intorno ai 500 milioni di dollari per un portale di musica in streaming? La risposta è semplice, per il suo meccanismo di distribuzione. Sembra infatti che, oltre al talento di Mr. Guyen e del suo team, da tempo nel mirino di Apple, ad avere reso appetibile l’operazione sia stata proprio la peculiarità del “sistema dei dieci centesimi” che, se traslato senza modifiche, andrebbe ad ingrassare l’offerta musicale di iTunes, affiancando così un servizio streaming ad essa complementare e garantendo una maggiore flessibilità sulle modalità di acquisto – oggi appesantite dalle transazioni con carta di credito.

Tasto dolente della questione resta la quasi certa dissoluzione di ogni partnership con le quattro major, purtroppo per Lala non cedibili a terzi, anche se la cosa non sembra certo destare preoccupazione in casa Jobs, sui i quali piani resta sempre un alone oscuro. Se le intenzioni, come intuibile, dovessero essere quelle sopra dette, iTunes per questo capodanno si preparerebbe a fare un bel botto, in positivo of course.

Scroll To Top