Home > Rubriche > Eventi > Pesaro Film Festival 2008: Un assaggio di cinema nuovo direttamente da Pesaro

Pesaro Film Festival 2008: Un assaggio di cinema nuovo direttamente da Pesaro

Si è svolta ieri, nella neonata struttura del Nuovo Cinema Aquila, a ridosso della via Prenestina in zona Pigneto, la presentazione della 5a edizione del Pesaro Film Festival a Roma, appendice romana della 44a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, svoltasi a Pesaro tra il 21 e il 29 giugno scorsi. All’incontro hanno partecipato l’Assessore alle politiche Culturali del Comune di Roma Umberto Croppi, il Presidente dell’ANEC Lazio Leandro Pesci, il Direttore Artistico della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema Giovanni Spagnoletti e il Presidente del Sindacato Critici Cinematografici Italiani nonché co-fondatore del Festival di Pesaro Bruno Torri.
La scelta di spostare la manifestazione da Piazza Vittorio al Nuovo Cinema Aquila nasce da alcuni problemi organizzativi, ma la soluzione, a detta di Leandro Pesci, è ottimale e permette di contribuire ulteriormente alla rivalutazione culturale di una zona di Roma, quella del Pigneto, decentrata ma molto frequentata e sempre più in voga soprattutto tra i giovani.
La manifestazione romana presenta anche quest’anno una selezione ragionata dei titoli presenti a Pesaro. Dal 1° al 3 luglio, verranno proiettati quattro titoli al giorno rappresentanti delle sezioni tematiche che hanno raccolto più consensi al Festival di Pesaro: Cine en construcciòn, Bande à part, Cinema tedesco contemporaneo e Omaggio ad Amir Muhammad.

Particolarmente significativi, a detta di Giovanni Spagnoletti, due film presentati in collaborazione con Amnesty International Italia: “No London Today” di Delphine Deloget, vincitore del Premio Amnesty Italia e “Anna Seven Years On The Frontline” di Masha Novikova, documentario sulla vita della giornalista russa Anna Politkovskaya, uccisa nel settembre 2007. Viene inoltre presentato il film “La Terramadre” di Nello La Marca, primo film italiano in concorso a Pesaro e gia presentato alla scorsa edizione della Berlinale.
Non verranno proiettati a Roma titoli di Dario Argento, protagonista a Pesaro di una retrospettiva completa con la proiezione di tutti i suoi lavori, perché, come spiega Bruno Torri, il prossimo autunno il Cinema Trevi, sala romana del Centro Sperimentale di Cinematografia, riproporrà l’intera filmografia del regista. Torri sostiene inoltre che il successo della manifestazione negli ultimi anni ha dimostrato come il mercato non sia chiuso ai “film un po’ diversi, un po’ difficili se vengono proposti nei modi giusti, nelle sale giuste”. “Lo spettacolo cinematografico” continua Torri “non è fatto solo dai film, ma anche dall’ ambiente in cui vengono presentati”.

Scroll To Top