Home > Rubriche > Pagine > Piccolo eroe di carta

Piccolo eroe di carta

Entra con discrezione nelle sale italiane pochi giorni prima di Pasqua, e curiosamente la prima avventura completa del piccolo Nicolas – apparsa sulle pagine di “Sud-Oust Dimanche” nel 1959 – si intitolava proprio “L’Œuf de Pâques”.
Personaggio amatissimo e molto noto della letteratura per l’infanzia francese, le petit Nicolas è protagonista di una serie di racconti illustrati comparsi dapprima sulle pagine dei quotidiani sul finire degli anni ’50 e successivamente, tra il 1960 e il 1965, pubblicati in cinque volumi la cui popolarita è cresciuta sempre più nel corso degli anni.

Nicolas nasce dalla penna di René Goscinny e dalle matite di Jean-Jacques Sempé, autore dei delicati disegni; il bimbo è protagonista di storie semplici, ambientate a scuola e a casa, che lo vedono alle prese con i compagni di classe, con la maestra, i vicini di casa e naturalmente i genitori.
Nel 2004 – a quasi 30 anni dalla morte di Goscinny – per volontà di Anne, figlia dello scrittore, le Imav Editions pubblicano la raccolta “Histoires Inèdites Du Petit Nicolas”, 80 storie già comparse sulle pagine di “Sud Ouest Dimanche” ma mai giunte in libreria in un volume vero e proprio; il rilancio dello scolaretto dai capelli neri prosegue con altri due volumi di inediti nel 2006 e nel 2009, quando esce “Le Ballon Et Autres Histoires Inédites”, per il quale Sempé realizza nuovi disegni e acquerelli.

Ad imporre definitivamente la figura del piccolo Nicolas nell’immaginario non solo dei nostalgici ma anche dei piccoli francesi di oggi, arrivano una serie animata in 3D prodotta dal canale M6, una mostra allestita a Parigi nel marzo 2009 con disegni e manoscritti originali e infine l’adattamento cinematografico diretto da Laurent Tirard.

Scroll To Top