Home > Recensioni > Pier Bernardi: Re–Birth
  • Pier Bernardi: Re–Birth

    XY Label / Arvmusic

    Data di uscita: 24-02-2017

    Loudvision:
    Lettori:

Re – Birth” è il primo album da solista di Pier Bernardi, pubblicato il 24 febbraio per XY Label / Arvmusic.

“Re – Birth” significa letteralmente rinascita:  questo album, infatti, segna proprio la rinascita artistica e personale di Pier Bernardi. Dieci sono le tracce che lo compongono, tutte strumentali: il fine dell’artista è quello di tramutare i suoi pensieri, le sue riflessioni, le sue emozioni in musica.

La musica ha il potere di congiungere presente e passato, ed è quello che succede anche in “Re – birth”. Pier Bernardi in questo album racconta la sua prima storia d’amore, iniziata quando aveva appena 17 anni, in “A Bus And Your Hand”, ma anche la sua storia d’amore attuale, in “While You Are Sleeping”, composta nell’arco di una notte, mentre guardava la sua fidanzata dormire. Il centro dell’album sono i sentimenti, anche i più profondi e i più difficili, come la mancanza, in “World Syncope”, dedicata alla sua migliore amica, venuta a mancare troppo presto e “My Eyes Are Yours”, un inno all’amore dedicato ai suoi genitori, entrambi scomparsi, e un buon auspicio per la sua rinascita.

“Re – Birth” è un album di stampo rock, con tocchi di rock sperimentale; non manca una rock ballad, “Little Square Of Miracles”.

Questo è un album figlio di un musicista con una grande esperienza alle spalle; il suo bagaglio artistico è evidente in ogni nota e questo rende l’album sofisticato e ricercato. Davvero un buon esordio.

 

Pro

Contro

Scroll To Top