Home > Recensioni > Planes 2 – Missione Antincendio
  • Planes 2 – Missione Antincendio

    Diretto da Roberts Gannaway

    Data di uscita: 20-08-2014

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Pubblico delle grandi occasioni e bambini in delirio per l’anteprima di “Planes 2 – Missione Antincendio“, primo grande evento di questa edizione del Giffoni Film Festival.

La Disney, che ormai si è avviata sulle orme della grande sorella Pixar nel campo dell’animazione in CGI, prosegue il suo percorso di antropomorfizzazione dei veicoli (e continuerà su questa strada, pare) con questo sequel nato dallo spin-off dell’ormai non recentissimo “Cars”.

Continuano le avventure dell’aeroplano Dusty, che nel primo capitolo avevamo seguito nella sua scalata al successo da semplice aereo di uso agricolo a campione delle corse nei cieli (disciplina inventata apposta per l’occasione, credo).

In “Planes 2″ il nostro eroe alato si troverà a fare i conti con il più grande e pericoloso dei nemici: la malattia. Il suo motore infatti ha un guasto che non può essere riparato (i suoi componenti sono ormai fuori produzione) e questo lo costringerà ad abbandonare il mondo delle corse.

Per aiutare il suo amico camion dei pompieri Mayday si sottoporrà ad un corso per diventare aerocisterna insieme ai più spericolati veicoli “spegni incendi” che ci siano. Grazie ai suoi nuovi amici e soprattutto al suo caposquadra Blade, scoprirà che c’è sempre una seconda possibilità nella vita.

Sotto la scorza di film d’avventura per ragazzi, “Planes 2” nasconde tematiche più adulte e profonde. Innanzitutto raramente si vede il protagonista di un film del genere affrontare qualcosa di così serio come la malattia, che lo costringe a rallentare. C’è infatti un costante riferimento alla lentezza ed in particolar modo al vecchio, all’analogico, strano ed interessante cortocircuito per un film realizzato con tecnologie così avanzate.

Certo, l’azione e l’avventura non mancano davvero: le scene degli incendi sono assolutamente spettacolari e concitatissime (forse anche troppo), ma ci sono alcune simpatiche strizzatine d’occhio che non mancheranno di far sorridere gli adulti presenti in sala.

La più classica mitologia americana è riproposta quasi in toto: l’America, si sa, è il paese delle seconde opportunità (da Frank Capra in poi…) e la parabola del nostro Dusty non fa che confermarcelo.

C’è poi l’elogio per il sacrificio, rappresentato dalla figura dei pompieri, che in America sono considerati dei veri e propri eroi, ed hanno un sottogenere cinematografico dedicato esclusivamente a loro (qui da noi, al massimo, ce li immaginiamo mentre spengono dei cassonetti).

“Planes 2 – Missione Antincendi”o segna un rilevante passo avanti rispetto al suo predecessore, guadagnando sia in complessità che in spettacolarità (alcuni paesaggi sono davvero mozzafiato), e grazie al suo misto d’ironia e azione frenetica, può accontentare un pubblico di tutte le età.

Pro

Contro

Scroll To Top