Home > Recensioni > Plastic Made Sofa: Whining Drums
  • Plastic Made Sofa: Whining Drums

    Autoprodotto / Self

    Data di uscita: 20-11-2013

    Loudvision:
    Lettori:

Si sono fatti attendere, i Plastic Made Sofa. Ben due anni d’attesa dopo il botto fatto con “Charlie’s Bondage Club”. Ma come diceva uno, il secondo album è sempre il più difficile, ed è normale che un gruppo ci voglia mettere una cura particolare, per evitare di fare gravi errori. Con “Whining Drums” i PMS ci catapultano nel bel mezzo del multiforme viaggio che la band ha intrapreso. È un viaggio musicale e non, ricco di nuove e strane sonorità legate a doppio filo con nuovi mondi da esplorare. Mondi reali e mondi psichedeleofantastici, che scivolano tra orecchie e palpebre in maniera sinuosa e discreta. Un viaggio che forse finisce troppo presto, e che quasi lascia un senso d’amaro in bocca.

Sicuramente tanto coraggio nel tentare un cambiamento così radicale rispetto al primo album. “Whining Drums” è un esito particolare di un percorso musicale di sperimentazione e contaminazione con suoni di altre tradizioni musicali, percorso che per molti versi è diventato quasi un classico. Personalmente mi manca l’incisività e la carica di certi pezzi del primo album, energia che però ora è diluita nell’intero album per darvi una nuova omogeneità e unità di fondo che comunque non guasta.

Pro

Contro

Scroll To Top