Home > Report Live > Pollio in concerto a Milano per presentare “Humus”: report live e scaletta

Pollio in concerto a Milano per presentare “Humus”: report live e scaletta

Ieri, giovedì 3 di novembre, si è esibito sul palco del Circolo Serraglio di Milano Fabrizio Pollio ( in arte Pollio) , ex frontman degli IO?DRAMA, per presentare il suo primo disco da solista, “Humus”. A riscaldare l’atmosfera del club prima dell’arrivo di Pollio, un po’ in ritardo, ci pensa Davide Papa – voce e chitarra degli The Unders – che ha eseguito le versioni accustiche delle loro canzoni.
Il Circolo Serraglio è il posto ideale per vivere una serata all’insegna della musica, con un’atmosfera raccolta e intima: poche luci, un po’ di fumo ed una scenografia molto basic. Finalmente, Pollio raggiunge il palco e fin da subito si fa perdonare dal pubblico per il ritardo.

Maglietta e pantaloni molto semplici, con l’aggiunta di un originale gillet lungo, l’artista è teatrale nei gesti mentre si esibisce tra un brano e l’, e inoltre parla poco: lascia che sia lo spettatore a intepretare le sue canzoni. Tra Pollio e la band c’è molto feeling, l’artista infatti riesce molto bene a interagire con i compagni. Ma ciò che apprezziamo molto è il fatto che riusciamo ad ascoltare bene la sua voce, e quindi i testi. Spesso succede che durante i live, la musica copre la voce dell’artista per vari problemi acustici, o per arrangiamenti sbagliati.

La scaletta del concerto segue la trackilist del disco, non ci sono sorprese. Pollio ci regala però una cover di Battiato (“Magic Shop”).  La sua voce è molto espressiva, passa dal grido in “Generico” fino ai toni più delicati e romantici in “Sospesa.

Prima di passare all’Encore, Pollio ci ripropone il brano di apertura “Oggi è domenica”, con la cover dei Kalkbrenner, per poi riprendere anche il brano “Le vite degli altri”, ma questa volta in una chiave più soft, e il pubblico l’accompagna con le parole.

Pollio ci saluta ringraziando la sua band, i produttori, i tecnici, lo staff di Serraglio e tutti presenti, e ci lascia molto soddisfatti. Chi ha già ascoltato l’album può confermare che  i brani di “Humus” si difendono benissimo anche dal vivo.

Scaletta:
1.    Oggi è domenica
2.    Generico
3.    Le vite degli altri
4.    Nessun Dogma
5.    La comparsa
6.    Il figlio malpensante
7.    Sospesa
8.    Magic Shop (cover di Franco Battiato)
9.    Incompiuta
10.    Angelus
Encore:
1.    Oggi è domenica
2.    Sky and Sand (cover di Paul & Fritz Kalkbrenner)
3.    Le vite degli altri

Scroll To Top