Home > Rubriche > Eventi > Premio Age: Tutti a casa

Premio Age: Tutti a casa

A Pescasseroli Age (Agenore Incrocci) amava trascorrere le proprie giornate e oggi lì è sepolto: per rendere omaggio al grande sceneggiatore la cittadina abruzzese ha istituito nel 2010 il Premio Age alla Sceneggiatura. Quest’anno (19-24 luglio) la giuria presieduta da Ettore Scola ha scelto per il concorso sei commedie italiane (tutte opere prime o seconde uscite nel corso della stagione appena conclusa): “18 Anni Dopo” di Edoardo Leo, “Gianni e Le Donne” di Gianni Di Gregorio, “Into Paradiso” di Paola Randi, “Immaturi” di Paolo Genovese, “La Pecora Nera” di Ascanio Celestini, “Nessuno Mi Può Giudicare” di Massimiliano Bruno per il quale Paola Cortellesi ha vinto lo scorso maggio il David di Donatello.

La serata finale vedrà salire sul palco come vincitrice del Premio Age proprio Paola Cortellesi «quale interprete eccellente della commedia italiana non solo cinematografica». I premi alla carriera andranno invece a Stefania Sandrelli e Ettore Scola.

In occasione del Festival la casa in cui Age risiedeva a Pescasseroli sarà aperta al pubblico e potrà essere visitata con la guida di Ettore e Silvia Scola, Dacia Maraini e del figlio Alberto Incrocci.

Ad Age sarà inoltre dedicata un’ampia retrospettiva, con un particolare occhio di riguardo alle sue collaborazioni con Mario Monicelli, e una mostra fotografica.

Scroll To Top