Home > Recensioni > Pretty Maids: It Comes Alive
  • Pretty Maids: It Comes Alive

    Pretty Maids

    Loudvision:
    Lettori:

Jump the world of heavy metal

Il 2012 è l’anno del ritorno dei Pretty Maids, una delle band hard rock più importanti d’Europa.

Nati nel lontano 1981, sfornano oggi questo album che si propone come il più completo in sede live della band, pronta a festeggiare con i fan una carriera trentennale costellata di successi e grandi hit che li consacrano tra i migliori act del panorama heavy metal europeo.

Il CD si compone di 21 pezzi ad esplorare interamente il percorso del gruppo, con un occhio di riguardo alle ultime due release.
Le sontuose armonie disegnate da Ken Hammer si mescolano alla voce di Ron Atkins; i due, supportati dagli altri membri del gruppo, danno prova di tenere il palco come se fossero dei ragazzini.

Non c’è proprio nulla che non va in questo nuovo lavoro live. Suoni limpidi e cristallini evidenziano la particolare meticolosità del gruppo, sempre attento a non deludere i fan ai quali consegna uno spettacolo degno del valore del combo danese.

Menzione speciale all’edizione: oltre alle già citate 21 song, il cofanetto contiene un DVD dell’intera serata che rende il pacchetto un vero e proprio bombolone per i golosi di paste danesi. Da gustare assaporando ogni momento.

Pro

Contro

Scroll To Top