Home > Recensioni > Punkreas: Radio Punkreas
  • Punkreas: Radio Punkreas

    Canapa Dischi / none

    Data di uscita: 10-06-2014

    Loudvision:
    Lettori:

Dopo un quarto di secolo di carriera e otto album in studio, i Punkreas si concedono un diversivo con un album di cover di artisti italiani- “Radio Punkreas”-, una selezione piuttosto eclettica che spazia nel tempo e nei generi, dal rap dei Sangue Misto e il reggae degli Africa Unite fino al rock italiano di Albero Radius e al cantautorato di Jannacci. L’operazioni, che vanta molti ospiti eccellenti, riesce a metà, e la linea di divisione non passa per gli stili musicali: i brani migliori sono spesso i più inaspettati, a cominciare dalla splendida versione di “Cani Sciolti”. A fare differenza è la capacità della band di trasmettere la propria personalità alle canzoni altrui, che alla fine rende più interessante la divertente cover di Pigro rispetto alla buona ma troppo fedele riproposizione di “Ti Rullo Di Kartoni”.

I Punkreas hanno sempre contaminato la propria musica con i generi più diversi, a partire da ska e reggae, una scelta artistica che hanno rafforzato sempre di più negli anni. La scelta di canzoni così diverse per genere e provenienza s’inserisce quindi in piena continuità con la produzione della band e offre alla band un’occasione per mettere in mostra la personalità del proprio sound. Quando i pezzi s’incastrano, il risultato è di valore, quando invece suona forzato scivola via troppo velocemente. Il punk rocker che è in me è costretto a dargli un bonus per l’esecuzione e la scelta della bonus track, “Il Mio Androide È Uscito Dallo Schermo TV”.

Pro

Contro

Scroll To Top