Home > Recensioni > PVT: Church With No Magic
  • PVT: Church With No Magic

    PVT

    Loudvision:
    Lettori:

Musica con magia

I Pvt nascono nel 1999 in Australia come band composta da cinque elementi per poi assumere nel 2005 l’attuale formazione che vede i due fratelli Pike unirsi all’artista elettronico Dave Miller.

Dopo aver aperto i concerti di artisti del calibro di Arctic Monkeys e aver partecipato al Luminous Festival di Brian Eno, pubblicano “Church With No Magic”, terzo album in carriera che arriva a due anni dall’ultimo lavoro.

Il disco, composto da dieci tracce, è un mix di math rock ed elettronica che vede accanto ai tradizionali chitarra, basso e batteria, sintetizzatori anni ’70 coronati da una voce profonda che intona quasi canti gregoriani.

Un album con molti contrasti, nel quale si succedono tracce dalla struttura semplice come “Community” ad altre psichedeliche come “Light Up Bright Fires” e pezzi che strizzano l’occhio al pop come la title track.

Pro

Contro

Scroll To Top