Home > Report Live > Quanto ci mancano i (veri) Litfiba

Quanto ci mancano i (veri) Litfiba

Se si dovesse giudicare in base alla quantità, il concerto di questa sera guadagnerebbe anche una sua dignità. Quasi due ore di musica, con due brevi pause e altrettanti ritorni. Eppure il passaggio di Piero Pelù ad Asti lascia, in un certo senso, l’amaro in bocca. Carica ed energia ci sono, la nuova deriva rock’n’rom, per dirla col rocker fiorentino, non lesina episodi divertenti e ballabili (“Bomba Boomerang”, “Lacio Drom”) e la voce di Pelù non sembra ancora accusare i segni del tempo.

Eppure qualcosa non funziona. Sarà per alcuni (ri)arrangiamenti di dubbio gusto – “Toro Loco” in chiave tzigana non rende come previsto –, sarà per un’inutile cover di “24.000 Baci”, sarà per una versione de “Il Pescatore” di De Andrè che, storpiando l’originale, ne mortifica il senso a la direzione armonica e che, caro Piero, il famoso «giro nella tomba» da te citato l’avrà fatto fare per davvero al povero Faber.

Sarà. Quel che è certo è che Pelù, sul palco, si diverte interagendo a più riprese col pubblico che, giunto (abbastanza numeroso) da diverse zone del nord d’Italia, sembra alquanto deliziato. Nella set-list compaiono così “Fame Da Lupo”, in apertura, “Mafia”, dedicata a tutte le mamme santissime dell’Astigiano, una cover de “Il Vino” di Piero Ciampi, in onore degli enoproduttori locali, “Ohi Mama” e una dignitosa versione di “Viaggio”, mentre sullo sfondo scorrono i volti degli zingari d’Europa ripresi a Saintes Maries de la Mer, Camargue, in occasione della festa di Santa Sara, protettrice dei nomadi e dei viaggiatori.

Tra gli encore sbuca poi, attesissima, “El Diablo”, cantata e ballata all’unisono dalla piazza. Ma quando, ore 24 circa, Pelù chiude lo show con un bis di “Lacio Drom” si ha la concreta impressione che le munizioni siano finite e ci si chiede se, alla luce di quanto visto e sentito, questo nuovo corso da lui intrapreso non sia motivato più da un vezzo estemporaneo che da un reale sentire artistico. Ridateci i Litfiba.

Fame Da Lupo
Bomba Boomerang
Mafia
Il Vino (cover di Piero Ciampi)
Ohi Mama
Lacio Drom
Viaggio
Tziganata
Mister Romanò
Toro Loco

————————–

24.000 Baci (cover di Adriano Celentano)
Il Pescatore (cover di Fabrizio De Andrè)
Tex
El Diablo
Paname
Lacio Drom

Scroll To Top