Home > Recensioni > Quarantena: Tre
  • Quarantena: Tre

    Quarantena

    Data di uscita: 01-01-2010

    Loudvision:
    Lettori:

Nostalgia punk rock

Questo quartetto della provincia cuneese è come un tuffo nel passato: suonano quel punk all’italiana che assorbiva gli adolescenti di una decina di anni fa, mantenendone intatte tutte le caratteristiche.
Musicalmente non fanno niente di particolare, in fondo i giri sono sempre gli stessi, l’accento è sui testi – rigorosamente in italiano – che affrontano temi di attualità, di denuncia sociale e rabbia generazionale, con quel pizzico di ironia e di amarezza che fa sempre parte del cliché.

Fanno sorridere perché ricordano gli anni dei sogni e delle manifestazioni, degli idealismi e della voglia di cambiare il mondo, come un piccolo tesoro dal baule dei ricordi.

Fondamentalmente non dicono e non fanno niente di innovativo, ma chi apprezzava il punk italiano degli anni ’90 vivrà un vero e proprio tuffo nel passato. Se da un lato avevamo quasi perso le speranze che si potesse ancora fare qualcosa del genere, bisogna anche riconoscere che i tempi sono cambiati e i Quarantena sembrano non essersene accorti…

Pro

Contro

Scroll To Top