Home > Interviste > Raffaella Carrà presenta “Ogni Volta Che è Natale” [INTERVISTA]

Raffaella Carrà presenta “Ogni Volta Che è Natale” [INTERVISTA]

Indovinate chi è la nuova ambasciatrice di questo Natale 2018? La donna dal caschetto dorato di “Pedro”, “Fiesta”, “Tanti Auguri” , e si potrebbe continuare all’infinito per raccontare la lunga e invidiabile carriera di Raffaella Carrà. A cinque anni di assenza dalle scene musicali, la showgirl ci regala una vera e propria “carrambata”: “Ogni Volta Che è Natale”, un album di canzoni natalizie in uscita il prossimo 30 novembre per  l’etichetta Sony Music. Al suo interno il brano inedito attualmente in radio “Chi l’ha detto”, firmato dal giovane Daniele Magro: una sorta di augurio di Buone Feste con l’auspicio di superare lo stato delle cose e di godere del presente con grande positività.

Acclamatissima sia in Italia sia in Spagna, ha da poco ricevuto un importante riconoscimento: Dama al Orden del Mérito Civil (Ordine cavalleresco spagnolo), in quanto icona sacra della libertà ed emancipazione femminile. Per l’appunto, Raffaella esterna il suo augurio per l’anno nuovo: “Mi piacerebbe che si buttasse nel cestino il verbo litigare. Le liti spesso sfociano nella violenza e a pagarne nella maggior parte dei casi siamo noi donne. La felicità arriva se c’è un dialogo, armonia”. Tra l’altro giusto ieri ricadeva la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: “Sono contenta se nel mio piccolo sono riuscita ad essere utile per qualcuno. Esiste una parola che mi ha fatto pagare nella vita certe scelte ‘la libertà’. Io ho avuto molta fortuna nella mia carriera di trovare in varie occasioni uomini che hanno creduto in me. L’uomo è importante, non siamo soltanto donne ma abbiamo a che fare con gli uomini, no?”.

L’artista ci racconta come nasce l’idea di realizzare questo disco: “La Sony mi ha proposto di incidere un album di Natale ‘tutti gli artisti ce l’hanno e tu no?’. Ci ho pensato molto e mi ha convinto il fatto che per me era una cosa nuova, poi la libertà di scegliere il repertorio e di poter cambiare gli arrangiamenti di pezzi famosissimi. Per esempio “Happy Christmas” di John Lennon è diventato un valzer”.  “In realtà, poi – continua l’artista – ho dischi d’oro e di platino in ufficio, e nella parete c’è uno spazio vuoto. Ecco io volevo proprio riempire quello spazio. Io lavoro anche per avere la soddisfazione di appendere un disco alla parete”.

La Carrà è proprio una donna d’altri tempi, elegante, raffinata, ironica ed esplosiva. Una vera intrattenitrice che sa come chiaccherare con il pubblico senza annoiarlo, pur parlando tantissimo. Non succede tutti i giorni di “sentirsi tra amici” e ritrovarsi davanti una delle donne che ha fatto la storia della TV in Italia (e a lei dobbiamo riconoscere questo merito). L’artista ci racconta infatti anche alcuni aneddoti accaduti durante la creazione del disco:  “Volete sapere qual è la vera spina nel mio cuore? Feliz Navidad. Volevo fare una versione reggaeton: è un ritmo musicale che mi appartiene per tradizione. Gli editori hanno detto no perché la canzone doveva restare com’era. Non me l’hanno fatta fare. Io per sfregio lo canterei in televisione!”.

Da sempre icona del mondo gay, la Carrà spiega: “Ho iniziato a capire il mondo gay dalla prima Canzonissima. Ricevevo lettere da ragazzi omosessuali che si volevano suicidare perché a casa non li capivano. E pensavo ‘ma come è possibile che ci sia questo gap generazionale così terribile?’”.
Ma com’è il Natale a casa Carrà? “Se sono a Roma di sicuro mangio gli spaghetti col tonno. Me l’ha insegnato Mastroianni. Sostiene che portano fortuna e da buona superstiziosa ci ho creduto“.

Il disco sarà disponibile in quattro edizioni speciali: Standard Version, Deluxe Edition (2CD), LP, Super Deluxe.

Scroll To Top