Home > Recensioni > Real Estate: Days

Correlati

Lo fai il lo-fi

Non c’è bisogno di arrivare all’Ikea per un po’ di fai-da-te. Piuttosto andate in New Jersey, prendete cinque uomini di giovane età, dategli chitarre, batteria e basso e metteteli in uno studio di registrazione: avrete così ottenuto i Real Estate: un lo-fi di matrice popolare, posato ed efficace, in cui subentra il pianoforte se richiesto esplicitamente (“Municipality”), testi che contengono motivi ricorrenti nell’universo rock, ritmiche posizionate in maniera intelligente.
Già dal primo ascolto si capisce che i cinque hanno studiato il proprio ruolo, anche se manca ancora quella spintarella che – probabile – il tempo riuscirà a dare.

Pur essendo ben lontano dai riflettori, il quintetto dimostra concrete potenzialità che necessitano semplicemente di essere oleate per evitare i cigolii dell’acerbume. La pratica deve però essere associata alla teoria, perciò confidiamo in un miglioramento dal punto di vista dell’inventiva, nonché dell’originalità.

Pro

Contro

Scroll To Top